LinkedIn conferma il furto di password

Un hacker starebbe creando non pochi problemi al social network professionale

Dopo i rumors, arrivano le comunicazioni ufficiali di LinkedIn, che conferma il furto di password. Secondo le stime sarebbero oltre 6,5 milioni gli account compromessi da un hacker, che avrebbe poi pubblicato su un forum russo le password rubate.

Vicente Silveira, direttore del comparto ingegneristico LinkedIn, proprio in queste ore sta tenendo aggiornati gli utenti sull’accaduto, dando tre indicazioni che riportiamo:

  • Gli utenti i cui account sono risultati collegati alle password rubate noteranno che queste non risultano più valide;
  • Queste persone riceveranno comunicazioni ufficiali relative a come resettare la stessa password;
  • Verrà inviata loro un’altra e-mail che contestualizza e spiega più in profondità quanto accaduto.

L’articolo di WebNews “LinkedIn: la tua password è stata rubata?” contiene interessanti indicazioni su come verificare se si rientra tra i possessori di account violati.

Intanto, Mashable riporta che l’hacker di LinkedIn sembra avere anche rubato 1,5 milioni di dati sensibili dal sito di incontri online eHarmony.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?