Twelve, dodici donne si misurano con la vita!

Una mostra fotografica per sensibilizzare il pubblico sulla possibilità di guarire dall'obesità.

In occasione della giornata europea dell’obesità, Twelve presenta il progetto “12 Donne”, una mostra fotografica realizzata nella scorsa primavera dall’associazione no profit Insieme Amici Obesi di Marina Biglia e sostenuta da Una Vita su Misura.

In occasione del progetto, sono state raccolte le storie di dodici donne piene di vita che per qualche giorno hanno giocato a far le dive. Con forza e tenacia queste dodici donne hanno affrontato e vinto l’obesità e oggi hanno finalmente una nuova vita… una vita su misura!

In Italia l’obesità colpisce 5 milioni di persone e di queste, 1 milione e mezzo sono obesi patologici. La malattia, infatti, sta diventando una vera e propria epidemia a livello mondiale, tanto che è aumentata del 25% rispetto al 2002.

Scopo di “Una Vita su Misura”, progetto nato dalla collaborazione con l’editore Springer, è informare e sensibilizzare sulla consapevolezza che l’obesità è una malattia da cui si può guarire attraverso un percorso di cure adeguate e individuali, un approccio multidisciplinare e tanta forza di volontà.

Cercando di rinforzare il concetto di malattia associata all’obesità, l’intero progetto di comunicazione ruota attorno al concetto di VITA: la scelta di un corpo sano è una vera e propria scelta di vita!

Nelle parole di apertura del progetto si legge:

“Dodici donne che si amavano così poco. Dodici donne che sorridevano solo esteriormente. Dodici donne attorcigliate sul proprio grasso.

Ma poi.

Dodici donne hanno deciso di dare un taglio alle loro paure. Per gridare, per dire: guardateci, dopo anni di buio, ora siamo qui. Tornate al mondo, approdate da luoghi diversi, con storie diverse, ma con una sola destinazione: GUARIRE. C’erano dodici donne che stavano morendo di obesità. Oggi, ci sono dodici donne che stanno lavorando per le loro e per l’ infinita serie di altre dodici donne”.

Le immagini che le rappresentano serene e felici oggi e le parole che raccontano la loro dolorosa storia, portano l’attenzione sul loro vissuto, in modo da essere da stimolo a chi finora ha desistito nell’affrontare la soluzione e intraprendere la giusta strada per un’alimentazione corretta.

L’organizzatrice dell’evento, Marina Biglia, presidente di Insieme Amici Obesi ed ex obesa, racconta il motivo che l’ha spinta a sposare questa buona causa:

“La mia è una storia come quella di tanti, la storia di una bambina poi diventata donna e madre, e che ha sempre cercato di rendersi visibile agli occhi del mondo e in particolare di sua madre […]. Con Twelve vogliamo raccontare molte storie, come la mia, per aiutare, concretamente, coloro che si trovano ancora in questa condizione e vogliono uscirne”.

Abbiamo raccolto i tratti che ci apparivano più esemplificativi delle storie delle dodici donne:

“Non ci sono solo i risultati fisici, ma la conquista di una nuova e ritrovata autostima. La consapevolezza di poter uscire di casa senza sentire il peso degli sguardi degli altri e con la certezza che se ti impegni i risultati arrivano. Sono felice! E’ questa è la mia più grande conquista”

“Sono tre anni che ho invertito la rotta, guardo le mie scarpette, quelle che uso per correre e penso che il mio viaggio non si può interrompere, sia perchè non so dove arriverò, sia perchè questa volta mi sto godendo il viaggio. Dentro me stessa!”

“E la mia macchina, tana del lupo, non puzza più di fritto! Non ci sono più carte di caramelle e merendine in ogni dove e giuro, pare che sorrida pure lei!”

 

Gli scatti presentati alla mostra, sono stati raccolti in un Calendario scaricabile online gratuitamente sul sito di Una Vita su Misura. Cliccando su Pay per Tweet o per Facebook, chi deciderà di scaricare il calendario parteciperà anche ad un’operazione di sensibilizzazione nei confronti di questa grave patologia.

E quindi non resta che misurarci con la vita!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?