Bono e The Edge degli U2 investono in Dropbox [BREAKING NEWS]

Il vocalist e il chitarrista della band Irlandese siglano un round da $250 Milioni con Dropbox

Considerato l’interesse generale di venire a conoscenza di quali celebrità hanno deciso di investire i loro quattrini in qualche bella startup, non potevo esimermi dallo scrivere sulla combination Bono, The Edge e Dropbox.

Si! Avete letto bene. Bono e The Edge, rispettivamente cantante e chitarrista della rock band Irlandese U2, sono tra i VC ad aver firmato il secondo round di investimento per Dropbox da ben 250 milioni di Dollari.

L’annuncio del glorioso accordo è stato dato in un tweet datato 2 aprile 2012, a cui è stata allegata una foto raffigurante tutto il team della startup impegnata nel segmento cloud assieme ai due musicisti.

Secondo quanto riportato da Techcrunch, questo accordo sarebbe il primo a cui Bono prende parte da solo e, soprattutto, sarebbe il primo pubblicamente annunciato.
Ma non ci facciamo attrarre dallo specchietto per le allodole. Infatti, seppur vero che questo risulta essere il primo round chiuso da Bono quale investitore individuale, è opportuno ricordare che il curriculum del cantante è assolutamente pieno di firme presenti in accordi di investimento molto importanti.

Mai sentito parlare di Elevation Partners?

Elevation Partners è una società di VC co-fondata e diretta da Bono in persona che vanta investimenti di un certo tenore spalmati su ormai una scala ultradecennale in società quali Palm, Forbes, Yelp e Facebook.

La cosa piu sorprendente è che il successo ottenuto dal team capitanato dal cantante irlandese nelle ultime due società sopra citate ha spinto tutti i partners a mettere in piedi un nuovo fondo da quasi un miliardo di dollari!

Una vita da top-performer, non solo musicale

Se ci voltiamo per un secondo a guardare indietro, ci rendiamo senz’altro conto che fino ad oggi il ruolo di Bono quale investitore è stato assolutamente di tipo High-Level, snobbando, se cosi si può dire, investimenti in società appena fresche di seed o round one.
Questo round in Dropbox, appunto, sembra suggerire proprio un cambio di rotta.

Da cosa nasce cosa

Cerchiamo di capire come sia nato il sodalizio U2/Dropbox.

Nell’ormai lontano 2007, i fratelli Ali e Hadi Partovi avevano appena lanciato una applicazione per Facebook dal nome iLike. La loro vision era quella di dare un modo agli artisti di postare video sulle bacheche dei fans attraverso quest’app, cosi grazie ad una serie di amicizie sono riusciti a raggiungere gli U2.

Il risultato? Una video intervista con Bono e la band circa una traccia non ancora rilasciata: Wave of Sorrow.

Il tutto è partito da questo: infatti pare che i fratelli Partovi, investitori early angel in Dropbox, avessero mantenuto i contatti con gli U2 e a giudicare dalla foto postata su Twitter, avessero successivamente presentato i membri della famosa band Irlandese ai fondatori di Dropbox, Drew Houston e Arash Ferdowsi.

É inutile dire che il signor Bono sicuramente ha fiuto per gli affari e che, data la posizione mediatica di filantropo e businessman a livello global, sviluppare contatti interessanti per ottimi investimenti non sembra poi una impresa cosi tanto impossibile. (per lui)