Social, Local, Mobile: la nuova dimensione del Turista 2.0 [INTERVISTA]

Alessio Carciofi, docente del corso in "Social Media & Tourism Marketing" (Milano, 13-14 aprile 2012), ci illustra in anteprima i contenuti della giornata

I prossimi 13 e 14 aprile Ninja Academy apre le porte del suo covo milanese per il corso in “Social Media & Tourism Marketing“!

Per iscrivervi cliccate QUI 

La prima giornata, dedicata al Social Media Marketing, sarà presieduta da Tommaso Sorchiotti che si occupa di consulenza di marketing digitale e progettazione di presenze, attività e strategie sui Social Media. Insieme a Tommaso, verremo catapultati nel fantastico mondo dei Social Media per comprendere che, nell’era del Web 2.0, la comunicazione e le attività di marketing permettono sì di intessere relazioni attive basate sul dialogo e sull’ascolto, ma vanno affrontate adeguatamente per non rischiare di compromettere la Brand Reputation aziendale. Impareremo ad utilizzare al meglio le nuove forme di advertising e marketing in un contesto relazionale e ad elaborare un piano strategico di Social Media Marketing.

Alessio Carciofi

Durante la seconda giornata, più focalizzata sul Tourism Marketing, avremo come relatore Alessio Carciofi, consulente e formatore di comunicazione innovativa e Social Media per il marketing turistico. Numerosi saranno gli ospiti presenti in aula: Tiziano Pelli [direttore Italia Ente Turismo Svizzero], Isabella Renzi [presidente Vita Nova Trentino Wellness] e Fiorella Scognamiglio [web marketing executive Best Western Italia]. Ninja Academy ha avuto il piacere di intervistare Alessio per una chiacchierata informale sulle case history che presenterà durante la giornata dedicata al Tourism Marketing. Ecco cosa ci ha svelato!

Ciao Alessio. Il 14 aprile sarà tempo di marketing turistico alla Ninja Academy. Puoi già anticiparci qualcosa?

Tra le case history più eclatanti che verranno presentate direttamente dai miei ospiti (tra cui quella relativa all’Ente del Turismo Svizzero e quella gestita da Best Western coinvolgendo i blogger nel contest What You Love), mi piacerebbe soffermarmi su quella di Vita Nova Trentino Wellness. Da parte loro, vi era necessità di comunicare efficacemente ciò che le 40 strutture fossero in grado di offrire ai clienti, così come l’esigenza di spingersi oltre, andare al di là dei mezzi di comunicazione tradizionale. Questo è stato possibile realizzando una strategia di comunicazione e social media marketing turistico, un social contest ma soprattutto coinvolgendo direttamente i travel blogger, invitandoli a provare in prima persona il benessere offerto dagli hotel e resort Vita Nova.

Su cosa verterà principalmente il corso? Cosa si devono aspettare i nostri partecipanti?

Il punto focale non sarà fare social, ma essere social. Sarà importante capire come un’azienda debba aprirsi ai nuovi metodi di comunicazione e strategia integrata. Impareremo che parte tutto dal prodotto turistico, dalla consapevolezza e dalla coscienza di questo nuovo modo di comunicare. Questi saranno solo i presupposti su cui incentreremo il corso.

Oltre alle case history dei tuoi ospiti, quali saranno quelle da te presentate?

Andremo ad analizzare alcune case history internazionali tra cui quelle relative alla Spagna, alla Giordania, all’Australia. Ci sarà anche un caso di gamification nel turismo, quello dell’Ente del Turismo Irlandese che ha ideato un’interessante app su Facebook chiamata Irelandtown.

Sicuramente ci sarà spazio anche per i casi italiani. Impossibile non citare Can’t Forget Italy, Voglio Vivere Così o Umbria On The Blog. Analizzeremo case history legate all’hotellerie, sia di realtà medio-piccole sia corporate e quindi di grandi brand. Ci sarà spazio per parlare dell’evoluzione che stanno affrontando le agenzie di viaggi. Tutto quello che stiamo attraversando, infatti, si basa sulla consapevolezza e su un nuovo modo di approcciarsi alla rete che è una nuova superficie culturale e, di conseguenza, va compresa. Attraverso il corso, si metteranno a disposizione strumenti utili affinché questa consapevolezza emerga nel day after. Certamente si parlerà di strategia e andremo ad analizzare le varie case history analizzando differenze ed analogie tra la mentalità italiana e quella estera, ma ciò che mi preme di più sarà mettere a disposizione strumenti tecnico-operativi.

Il mondo del turismo è sicuramente uno dei settori che, con l’avvento del web 2.0, sente maggiormente l’importanza di una rivalutazione e di un ridimensionamento. Com’è possibile gestire questa commistione?

A mio parere uno è forte online quando lo è anche offline. Prendi il mobile e la geolocalizzazione: è l’esempio perfetto, è il ponte che si va ad instaurare tra la sfera online e quella offline nel momento in cui andiamo a fare check-in o a valutare e recensire una destinazione, un hotel. Anche la content curation è di assoluta importanza: per aprire un blog sui social ormai bisogna imparare a ragionare come editori, avere una strategia editoriale su quello che si va a pubblicare. E’ necessario comprendere che la strategia corretta non è quella di vendere ma di acquistare fiducia e credibilità. Tutto ciò che riguarda la reputation di una destinazione è fondamentale anche attraverso una rapida overview sull’importanza dell’etnografia all’interno del turismo. Racchiuderlo in un analogismo è possibile: SOLOMO – social, local, mobile.

weboptimeez.com

Cos’è di vitale importanza oggi all’interno del settore turistico?

Formarsi. Rivedere le politiche di distribuzione e commercializzazione del turismo. Sganciare il turismo dai paradigmi ancestrali della comunicazione. E investire sui social e sulla loro continua evoluzione. Pensa anche a come è cambiata oggi la dimensione della vacanza e tutto l’immaginario collettivo-emozionale che la circonda. Oggi abbiamo tre vere e proprie fasi, soprattutto a livello di condivisione: pre, durante, post. Nel pre c’è una fase di pianificazione attraverso il web: ci informiamo, leggiamo notizie e consigli, guardiamo foto e video di altre persone che hanno effettuato un’esperienza simile prima di noi. Nel durante abbiamo ormai la possibilità di condividere in tempo reale le nostre emozioni. Il marketing del ricordo è l’esperienza del post: condividiamo i video passati, magari attraverso un blog o un canale Tumblr, oggi anche con Pinterest. Il mondo social viene letteralmente assorbito in queste tre fasi. Anni fa? Il momento della condivisione era legato solo al dopo, con quegli album di fotografie che, diciamo la verità, risultavano un po’ tristi e poco empatici. La dimensione del turista 2.0 è decisamente più entusiasmante! 

E per chiudere in bellezza e farvi sognare ancora un po’, vi lasciamo con questo emotional video dedicato alla meravigliosa regione della Basilicata.

Insomma, come dar torto ad Alessio? Tra un pensierino al mare e uno in montagna, non dimenticate di aggiungere ai vostri irrinunciabili impegni il corso Ninja Academy in “Social Media & Tourism Marketing” di venerdì 13 e sabato 14 aprile a Milano! 

Vi ricordo la promozione speciale in early booking: entro il 1° aprile pagate 399 € la singola giornata (anziché 499 €) e 699 € entrambe (anziché 799 €)! Impossibile poi non menzionare le iscrizioni di gruppo. La regola è sempre la stessa: più siete e meno spendete! Date un’occhiata alla brochure informativa con il prezzario e il programma completo della due giorni!

Per iscrivervi cliccate QUI 

Indossate gli occhiali da sole. Noi siamo pronti ad illuminarvi. Vi aspettiamo!

Be Ninja. 

ARTICOLI CORRELATI

Milano, 13-14 aprile: Corso in “Social Media & Tourism Marketing” #ninjacademy

Sogno Vita Nova, come comunicare una destinazione nel turismo 2.0

Benessere 2.0: quando il prodotto viene lanciato da chi ne ha fatto esperienza

Con Dreaming South lo storytelling continua: in Calabria viaggi da turista ma vivi da locale

Goodwill Summer School: I Ninja ti aspettano in Calabria! [EVENTO]

Commenta

Nessun commento

RSS feed dei commenti di questo post.

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo post.

adv
Promo Corsi in House