Ecco Branch, un nuovo social dai creatori di Twitter

I cofondatori di Twitter lavorano per portare alla luce il loro ultimo progetto per una piattaforma web.

I cofandatori di Twitter voltano pagina e lavorano su Branch, un nuovo progetto che promette un nuovo approccio alla conversazione nel web .

Qualche giorno fa il team di The Obvious Corporation, composta dai cofondatori di Twitter Biz Stone e Evan Williams insieme ad un altro membro dello staff Jason Goldman, hanno annunciato la loro nuova avventura. I tre di Twitter avevano già in mente da tempo di concentrarsi su un nuovo progetto e su nuove idee: ecco allora Branch (formalmente conosciuto come Roundtable cioè tavola rotonda).

Essenzialmente, come riportato anche da Digital Trends,  Branch dovrà essere una tavola di discussione basata sui social network.  Sul sito de The Obvious Corporation si legge il manifesto “Getting Smarter” dedicato al progetto Branch in cui Stone scrive:

” Nel passato decennio, il web è diventata la casa della libera espressione per centinaia di milioni di persone intorno al Mondo. Grazie a semplici servizi come i blog, social network e Twitter, ognuno ha la possibilità di esprimersi. [..] Molti  pensano ad internet come ad una risorsa infinita di informazioni, ma  informazione non è sempre sinonimo di conoscenza. Ci piacerebbe che il web evolvesse ad un livello in cui diventassimo tutti più intelligenti mentre siamo connessi. [..] Abbiamo sviluppato un prototipo che permette azioni collaborative nella forma di conversazioni costruttive. Il prototipo, chiamato Branch, (formalmente Roundtable),  favorisce un alta qualità di conversazione. Gruppi di persone sono invitati a partecipare costruttivamente a tavoli di discussione intorno ad argomenti a loro pertinenti. [..] “

Così Branch promette di essere una piattaforma web un po’ più evoluta e adulta di Twitter, cercando di concentrarsi maggiormente sulle conversazioni e superare i contenuti più superficiali o i monologhi degli utenti in rete. In altre parole, il luogo adatto per ospitare gruppi di discussione e confronto dove ognuno può portare un contributo significativo e costruttivo. 

Sicuramente una buona idea, staremo a vedere la realizzazione. Voi che ne pensate?

ARTICOLI CORRELATI

Come umanizzare un brand sui social network

Meaningful Marketing: “la merce è il messaggio”

Charlie Sheen Roast: i Social danno spettacolo

Scritto nel 1999, il Cluetrain Manifesto sembra ancora molto futuristico!

10 azioni che rendono Twitter indispensabile per il business

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Commenta

  • Andrea

    “formerly” significa “precedentemente” non “formalmente”

adv
Corso Online in Marketing Turistico