Il nuovo iPad: per Apple è l'era del post Pc!

Non iPad 3 ma il "nuovo iPad": la sfida di Apple in un mercato orientato totalmente ai device mobile!

La terza generazione dell’iPad è arrivata ed è  una dichiarazione aperta di guerra. Al lancio allo Yearba Buena Center di San Francisco, condotto dal CEO Tim Cook, Apple butta in campo tutte le armi più all’avanguardia, decisa ad attaccare su tutti i fronti!

Il CEO inizia dichiarando la superiorità sui concorrenti, in riferimento ai prodotti di punta targati Apple, iPhone, iPad e iPod:

“In Apple abbiamo prodotto tre magnifici apparecchi che segnano l’inizio di un’era post-pc”

Cook procede con la prima novità: l’aggiornamento del sistema operativo mobile,iOS 5.1 di cui potete leggere le caratteristiche e trovare i download specifici nell’articolo del nostro Simosoke.

Ed ecco il nuovo iPad: non iPad 3, come tutti ci aspettavamo, ma con arroganza “il nuovo”, perché quello che vuole definire Apple è il passaggio ad un modello diverso dal suo precedente. Eppure questo tablet non è rivoluzionario ma “risoluzionario” come campeggia sull’homepage italiana di Apple.

Le novità portate in campo da Apple non sono poi così nuove nel settore Mobile: il Retina display, gli esperimenti su nuove dimensioni e convergenze nel settore tech, il quad-core, la connettività 4G sono tutte specifiche che concorrenti  come Samsung, HTC, Amazon e altri hanno già apportato ai propri prodotti. Dunque di “rivoluzionario” non si può di certo parlare.

Allora perché dire che Apple è in grado di sostenere ancora la partita con i suoi rivali? Perché come afferma Michael Gartenberg, analista di Gartner, “I concorrenti possono soddisfare le specifiche, ma non l’ecosistema che Apple ha impiegato anni a sviluppare” (fonte @WashingtonPost).

Andiamo subito a scoprire le novità di questo nuovo device per una prima visione delle sue caratteristiche.  Nei prossimi giorni torneremo sicuramente a parlarvi ancora del nuovo iPad, per ora impariamo a conoscerlo!

Retina Display

Risoluzione 2048×1536 a 264ppi, un numero di pixel quattro volte superiore rispetto all’iPad 2. E se questi numeri non vi dicono nulla, vi diciamo che ha ben 3,1 milioni di pixel, in un formato da 9,7″. In pratica ha il quadruplo dei pixel dell’iPad 2 e un milione di pixel in più rispetto a un televisore HD!

Fotocamera iSight 5 Megapixel

Migliorata la fotocamera sul retro: iSight ha un sensore retro-illuminato da 5 Mpixel, filtro IR, stabilizzatore d’immagine e ovviamente autofocus. Gira video Full HD a 1080p.

 

Connettività 4G

Ha connettività 4G Lte da 73 Mbps per i primi operatori che già la offrono (non qui in Italia, dove dovremo attendere che gli operatori si adeguino al nuovo tipo di connessione): Verizon, Rogers, Bell, Telus and AT&T.

Per tutti gli altri il 3G: è compatibile con le tecnologie GSM/UMTS, inclusi i protocolli HSPA+ con velocità da 21 Mbps e DC-HSDPA che ha velocità di downlink fino a 42 Mbps. Come l’iPhone 4 e 4S, ha la funzione Hotspot Personale via Wi-Fi, Bluetooth o USB.

 

Nuovo processore A5X

Per lavorare ad un buon con Retina Display, Apple ha aggiornato il suo processore proprietario. Denominato A5X, il nuovo chip dual-core vanta un quad-core GPU.  Nonostante la potenza, Apple annuncia ancora 10 ore di autonomia. E resta comunque sottile: 9,4 millimetri.

Ma chi l’ha già testato, come Sasha Segan di Pcmag, afferma che nello scroll sul web e con iPhoto l’elaborazione è effettivamente veloce, stessa cosa non si può dire per quanto riguarda con Autodesk, l’app presentata in contemporanea al lancio del nuovo iPad per il disegno vettoriale, e le apps abilitate per il Retina Display.

Il costo

Sul mercato dal 16 marzo, preordini aperti oggi. In Italia arriverà invece il 23 marzo.

Prezzo a partire da 499 dollari per la versione Wi-fi da 16gb fino a 829 dollari per la versione 64gb con 4G Lte.

Novità anche sul prezzo dell’iPad 2 che continuerà ad esser prodotto e il cui costo scende a 399 euro iva inclusa per il modello 16GB Wi-Fi, a 519 iva inclusa per il modello da 32 GB.

Cosa pensate accadrà il giorno dell’uscita del nuovo iPad? Lunghe file? Code chilometriche e acquirenti nervosi?

E l’iPad 2 continuerò a vendere nonostante tutto?

Durante il keynote l’iPad non era neanche in TT di Twitter ed anche Wall Street non riceve lo scossone che ci si aspettava: dopo poche ore dal lancio Apple ha già un calo dell’0,65% (fonte @corrieredellasera).

Seguiteci, vedremo insieme quanti sono disposti a far follie per il nuovo iPad e quanti invece sono rimasti delusi!