SENZARI: il competitor di Pandora conquista l'Europa

Forti di un accordo con MTV Spagna, i ragazzi di Miami puntano alla leadership

SENZARI è una startup Usa che offre un servizio di music streaming supportata da un investimento di 2 milioni di Dollari da parte di un gruppo business angel.
Nata dal genio di Bill Hajjar, la società si propone di attacare Pandora colpendola nei suoi punti deboli: l’accesso internazionale e un catalogo contenuti più ampio.

L’unione fa la forza

Dopo un accordo con MTV Spagna, Senzari sbarca in Europa acquisendo così il suo terzo mercato dopo USA e Brasile, forte di un’alleanza che le porterà enormi vantaggi: links sempre presenti sul sito di MTV Spagna e una promozione costante del servizio agli oltre due milioni e mezzo di utenti che seguono il colosso della music television iberica sui vari social network.

A dicembre dello scorso anno, in pieno beta-testing, il servizio vantava un catalogo con oltre dieci milioni di brani, comparati agli appena novecentomila di Pandora.

Oggi, con l’apertura al mercato spagnolo, è ufficialmente finita la fase di beta-testing e secondo il COO Damien Bellumio, attualmente Senzari vanta oltre 11 milioni di brani liberamente ascoltabili dagli utenti.

Ma non finisce qui. La data di approdo in Europa è una pietra miliare nella storia di questa compagnia, infatti, per l’occasione, la piattaforma ha subito un radicale restyling, implementando una feature “Around You”, che, utilizzando il servizio check-in di Facebook, è in grado di suggerire algoritmicamente ciò che le persone presenti in determinati luoghi (come bar, locali o teatri) tendono ad ascoltare.

Beh, questa è decisamente una svolta! Si tratta di un servizio radio intregrato su Facebook, assolutamente social e soprattutto local.

“ In due mesi un nuovo algoritmo per le raccomandazioni sarà pronto, il quale entrerà negli account Facebook degli utenti in un modo mai visto prima”

e con estrema riservatezza sui dettagli, sempre Bellumio a Techcrunch, lascia trasparire agli amici di Techcrunch che, Senzari, in sostanza, diventerà lo “Spotify for Pandora users”.

La chiave del successo

Inoltre, il COO ammette che per quanto riguarda la battaglia con Pandora, l’essere accessibili internazionalmente è la chiave che li condurrà al successo

“senza dimenticare che Senzari è molto piu figo e più ricco di contenuti, Pandora sembra essere fatto per mia nonna, noi siamo per una generazione giovane che vuole applicazioni sexy!”

Non c’è dubbio, Senzari si presenta davvero con le idee chiare e con una value proposition di tutto rispetto. Ma è ancora un po’ presto per avere la conferma che tutti aspettano: sarà in grado di affermarsi internazionalmente a discapito di Pandora?

Se siete tra i fortunati residenti nelle tre nazioni in cui il servizio è attualmente aperto, correte ad iscrivervi, ne vale la pena!