Gli spot surreali diretti da David Lynch

Un viaggio nel tempo per raccogliere gli spot più interessanti diretti dal geniale regista

Quando i grandi autori del cinema girano uno spot tv, il piccolo schermo non è più così piccolo. Quei 30 secondi acquistano un sapore tutto diverso, toccano dimensioni nuove. Entra in gioco qualcosa come…come arte? Si, arte. Ma bando ai sentimentalismi. Quella che vedrete tra poco è una carrellata sconvolgente, geniale, a tratti delirante, degli spot realizzati dal maestro David Lynch (Eraserhead, Mulholland Drive, Twin Peaks dovrebbero dirvi qualcosa).

Ora mettetevi comodi. Si spengono le luci. Lo spettacolo inizia.

Surreale e angosciante. David Lynch anche quando si dedica al commercial non si smentisce. Il maestro del grottesco ha all’attivo una ventina di spot per brand come Calvin Klein, Giorgio Armani, Barilla, Sony. Riflettiamoci bene: lo spot racconta. Non può più essere un semplice punto elenco di caratteristiche o qualità desiderabili. Esso racconta una storia e i grandi Autori del cinema ricoprono alla perfezione il ruolo di narratore.

Il regista sa raccontare. Non si limita a descrivere un prodotto, ma lo celebra nel contesto più adatto. Quella di Lynch è una scrittura articolata che indaga nel profondo, nell’inconscio, lì dove c’è il torbido. Per questo sono i brand fortemente empatici, i prodotti dalla grande personalità a sceglierlo come narratore. Capace di creare emozioni visive e di risolvere i sentimenti in immagini, il carattere emozionale è il punto di forza degli spot di Lynch.

Lynch riceve la prima offerta per la realizzazione di uno spot pubblicitario dopo il grande successo di Velluto Blu, nel 1986. Calvin Klein gli propone di girare una serie di commercial per Obsession, accompagnando ogni episodio dai versi di un celebre scrittore: Hemingway, F.Scott Fitzgerald e D.H. Lawrence.

I suoi ultimi lavori sono stati invece per Sony Playstation 2, con il visionario The Third Place, e per Nissan Micra, la cui campagna è stata lanciata in oltre 40 paesi.
E adesso? Il nuovo spot del Dom Perignon dovrebbe vedere la sapiente mano del regista dietro la macchina da presa. Eccone un assaggio.

ARTICOLI CORRELATI

David Lynch: crowdfunding per il nuovo film su di lui

Le 10 pubblicità più virali di David Beckham

Cinematografia d’Impresa e Pubblicità: i nuovi registi dell’advertising

Subaru: l’auto sarà distrutta ma avrai salva la vita

I migliori ed i peggiori spot del Super Bowl XLVII

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Commenta

  • http://www.facebook.com/filaretigiovanni Giovanni Filareti

    Inconfondibile lo stile visionario e inquietante di Lynch. Le musiche, i personaggi surreali e ovviamente le luci ad intermittenza

adv
Corso Intensivo in Corporate Storytelling