Let’s Lunch: pranzare tra professionisti è sempre più 2.0 [INTERVISTA]

Daniele Bianca, Country Manager italiano di Letslunch.com, ci svela alcune novità

Siamo stati tra i primi a parlarvi di Let’s Lunch, il social network che permette di ampliare il proprio network professionale sfruttando la pausa pranzo come momento di incontro.

Da Ottobre ad oggi LetsLunch.com ha ottenuto un notevole successo in Italia, spopolando sia sul web sia sulla carta stampata, e noi Ninja siamo stati inseriti tra i membri VIP 😎

Oggi intervistiamo Daniele Bianca – Country Manager italia di Letslunch.com – per analizzare i risultati ottenuti fin’ora, conoscere meglio gli utenti del social network e farci svelare qualche novità 😉

In pochi mesi dall’arrivo in Italia avete ottenuto un grande successo, ci dai qualche dato sugli utenti di Let’s Lunch Italy? Chi sono, quanti sono, che cosa si aspettano da una pausa pranzo social tra professionisti?

Dal 19 Ottobre 2011, data del lancio in Italia, ad oggi si sono iscritte più di 3.000 persone al network.

Gli utenti di Let’s Lunch non sono solo dei professionisti, ma anche aspiranti tali: studenti laureandi, dottorandi, ecc… Donne e uomini pronti a fare networking in un contesto conviviale, in modo del tutto innovativo.

C’è chi cerca lavoro, chi vuole stringere nuove partnership, startupper alla ricerca di finanziatori, appassionati di web 2.0 o più semplicemente chi è nuovo in una città’ e sfrutta il servizio per ampliare la propria rete professionale.

Tutti hanno una cosa in comune, sanno ascoltare e si presentano ad un pranzo con una domanda ben chiara in mente: “Come posso aiutarti?”.

I Letsluncher italiani hanno capito il potenziale di questo servizio per stringere rapporti che vadano ben oltre la chiusura di un affare fine a se stesso, o perché sono stanchi di andare ai soliti eventi e tornare a casa con tutti quei bigliettini da visita. Quello che nasce da un pranzo con LetsLunch è un rapporto professionale destinato a durare tutta la vita.

Quali sono gli aspetti che gli utenti apprezzano di più di Let’s Lunch?

Più’ informazioni sono condivise al momento della creazione del loro profilo su Let’s Lunch (una breve descrizione, la zona in cui sono disposti a muoversi ed i giorni liberi in agenda per andare a pranzo, i loro interessi professionali ed infine i loro interessi sociali) e più’ riusciamo a “matcharli” con le persone che, secondo il nostro algoritmo, dovrebbero incontrare.

Più pranzi effettuano e più la loro reputazione, il loro karma virtuale, può’ aumentare. Questo permette loro di conoscere i migliori profili professionali presenti sul nostro network: imprenditori, giornalisti, influencer, professori universitari, mentors grazie a cui la pausa pranzo diventa una lezione di business, una lezione di vita.

Gli utenti apprezzano questo meccanismo, i match avvengono tra persone che hanno molto in comune. E’ altresi possibile trovare le persone con cui pranzare attraverso la searchbox, ricercando gli utenti per nome, città o interesse.

Un altro elemento che i nostri utenti apprezzano è la geolocalizzazione dei ristoranti che proponiamo: dopo l’avvenuto match tra i commensali, inviamo una mail dove entrambi possono scegliere la location più vicina ad entrambi, permettendogli di risparmiare tempo negli spostamenti in città.

Ci racconti qualche episodio particolare successo a chi ha pranzato insieme? Ci sono già stati casi in cui si sono create delle reali opportunità professionali?

Ho ascoltato molte testimonianze, e grazie a Let’s Lunch sono nate molte collaborazioni, media partnerships e vere e proprie opportunità di lavoro.

Due ragazze a Roma, ad esempio, stanno rifacendo il sito di un importante incubatore di Start up, un ufficio di recruiting a Milano usa spesso Let’s Lunch per andare a conoscere i candidati alle loro offerte lavorative, alcuni giornalisti lo usano per fare le loro interviste ai nostri VIP o top managers.

Molte testimonianze si possono leggere dai feedback che gli utenti scrivono su Let’s Lunch dopo essersi incontrati, molti altri invece sono presenti su Twitter.

In questi giorni sono state apportate alcune migliorie al vostro servizio di networking. Ce le vuoi illustrare?

Let’s Lunch nasce un anno fa e per questa ricorrenza abbiamo deciso di lanciare le nuove funzionalità su cui stiamo lavorando da tempo, oltre ad avere dato un look tutto nuovo al sito.

 

Ora è possibile creare Pranzi di Gruppo, oltre ai classici one2one, una funzionalità pensata per le aziende e non solo permettendo loro di creare eventi di team building, gruppi di lavoro o far incontrare più’ persone allo stesso tavolo con interessi comuni.

Gli utenti di Let’s Lunch adesso hanno anche la possibilità’ di mettere in contatto due loro conoscenze che ancora non si sono incontrate, rivestendo così il ruolo di veri link builder che aiutano i loro contatti ad ampliare la loro rete professionale.

Abbiamo creato le Widget di LetsLunch che posizioneremo nel 2012 su altri siti internet. Queste creeranno tribù di LetsLunchers con interessi comuni pronti a conoscersi offline. Ad esempio nella widget per voi Ninja finirebbero tutti gli utenti che tra gli interessi sociali abbiano creato il tag NinjaMarketing.

Inoltre nascono i Gruppi: oltre agli interessi professionali e sociali, gli utenti potranno scegliere di far parte di gruppi o crearne nuovi. Le aziende potranno fare lo stesso raggruppando tutti i LetsLunchers interessati al gruppo del loro brand.

Voi avete già provato Let’s Lunch? Aspettiamo di conoscere le vostre esperienze!