David Di Tivoli: i VIP si stocazzano su Twitter! [INTERVISTA]

Tutti i segreti sul tormentone di Twitter del momento

“Sai chi ti saluta?”
“Chi?”
“Stocazzo!”

Questo è uno degli esempi più semplici del tormentone del momento, lo stocazzare! 😆
Se siete assidui frequentatori di Twitter vi siete sicuramente imbattuti in questo tipo gag più di una volta, soprattutto a discapito di personaggi famosi.

Chi di noi non è mai stato vittima, soprattutto da piccoli, di un stocazzo o di una pernacchia in seguito a un discorso sconnesso di un amico, al quale abbiamo chiesto chiarimenti con un “chi” o un con un “eh?

Se è vero che dentro ognuno di noi c’è un fanciullino, non c’è da meravigliarsi che lo stocazzare sia il tormentone del momento, che è diventato virale grazie a stocazzatori famosi come David di Tivoli.

David Di Tivoli, Cofounder & Director di ISayBlog (il network di nanopublishing che fa più visite in Italia), attivissimo su Twitter, con quasi 8.500 follower, con i suoi tweet al vetriolo su qualsiasi tema – dall’attualità alla tecnologia, dalla musica alla politica – ha portato il fenomeno dello stocazzare al successo.

Su internet si trovano vari stocazzatori in erba che cercano consigli su Yahoo Answer, altri, invece, creano pagine Facebook dispensando consigli da veri esperti su come stocazzare personaggi famosi e amici.

Anche le radio, Radio 101 e Radio DeeJay, hanno iniziato a parlare di questo fenomeno citando le stocazzate subite dai personaggi famosi.

Noi Ninja vi proponiamo sempre il meglio  😎 e così abbiamo contattato lo stocazzatore per eccellenza, David!

Ciao David! Ci racconti com’è nato il fenomeno dello stoccazzare su Twitter? Chi sono stati il primo stocazzatore e la prima vittima VIP?

Il primo stocazzatore è stato mio cugino a 6 anni 😀 È uno scherzo che si faceva tra bambini.
Recentemente ho visto lo scherzo fatto a Gerry Scotty su Twitter, e ho deciso di iniziare a farlo, insieme a degli amici, ad altri personaggi famosi che sono su Twitter.


Per diventare tormentone, però, il fenomeno deve essere carino e fatto in maniera organizzata, altrimenti non porta gli effetti desiderati e muore subito.

Per questo motivo abbiamo diffuso il fenomeno anche attraverso Attualissimo.it, portale sempre aggiornato in tempo reale sui contenuti più interessanti, dalla cronaca agli argomenti di gossip e calcio.

Da qualche giorno abbiamo aperto anche la pagina Facebook ufficiale di Stocazzo dove vengono pubblicate tutte le stocazzate migliori e i fan possono pubblicare le loro.

Alcune stocazzate vengono fatte in tandem: oltre a te chi sono gli stocazzatori più bravi? Come scegliete le vittime? Avete un “piano d’attacco” o nasce tutto in maniera estemporanea?

Due bravi stocazzatori sono Peppe Russo e Marco Vivanti.

 

La maggior parte degli stocazzatori agisce liberamente, contando poi sul mio retweet per avere eco. Alcuni sono ansiosi di beccare i personaggi famosi e a volte, quindi, sono un po’ scontati.

Io preferisco gli stocazzamenti più complicati, altrimenti il fenomeno stanca subito e ha vita breve.

Di solito si cercano le vittime più ingenue, quelle che credono a tutto, a volte però con quelli più attenti siamo in due a fare la stessa domanda ad un personaggio famoso, in modo da fargli credere che sia reale e non uno scherzo.

Tra le vittime famose degli stocazzatori troviamo Lorella Cuccarini, Gerry Scotti, Rudy Zerbi, Antonella Clerici, Luca Ward, Guido Meda e tanti altri. Chi si è divertito di più e chi invece se l’è presa seriamente? C’è qualche VIP che ha iniziato a stocazzare anche lui?

Generalmente i VIP non rispondono mai, solo Rossella Brescia ha risposto dicendo “Sei un principe”.

L’unico che forse ha tentato di stocazzarci a sua volta è stato Guido Meda, che ha iniziato a scrivere qualche frase sgrammaticata, ma non lo abbiamo calcolato, perché è bello che il discorso venga troncato così 😆

Chi se l’è presa e ha risposto per le rime è stata Paola Perego.

Altri, come Valentino Rossi e Andrea Pellizzari, sono miei follower quindi conoscono il meccanismo e non li posso stocazzare.

I personaggi famosi italiani non sono abituati ad essere presi in giro e soprattutto non sono abituati a stare su Twitter, la maggior parte pensa che sia un obbligo esserci visto il grande riscontro che hanno avuto personaggi come Fiorello.

La maggior parte di loro, però, improvvisa, oppure lascia che il proprio profilo sia gestito dall’agente, da un collaboratore o da un fan, come nel caso dello stocazzo fatto alla Clerici.

Il personaggio che non vedi l’ora di stocazzare?

Oggi ho provato con Alemanno, visti i gravi problemi causati dalla neve a Roma, ma non ha risposto, forse aveva troppe notifiche.

Il futuro è stocazzare il personaggio del momento!

In rete si trovano molte persone che chiedono o danno consigli su come stocazzare amici e personaggi famosi. Puoi darci un suggerimento da vero esperto?

Il metodo più semplice è quello di stocazzare una persona ingenua, che abbocca a qualsiasi cosa, dicendogli le solite frasi “Sai chi ti saluta?” “Sai chi ho visto?” ecc…

Ma il metodo più intelligente è quando non si va diretti al punto, quando si fa la domanda tra le righe e si cambia subito argomento, girandogli attorno, portando la vittima stessa a farti la domanda, questa è bravura.

Oltre ad essere una star di Twitter e un famoso stocazzatore, sei Cofounder & Director di ISayBlog, il network di nanopublishing che fa più visite in Italia. Hai mai avuto delle critiche da parte di possibili clienti che hanno giudicato la tua presenza sui social un po’ troppo “leggera”?

Mi sono reso conto del contrario, ho preso molti clienti grazie alla mia visibilità.
Ho molte richieste di amicizia su Facebook e molti follower su Twitter, alcuni di loro quando hanno avuto la necessità mi hanno contattato proprio perché mi conoscono.

È molto apprezzato il seguito che ottengono le cavolate, ma soprattutto è apprezzato il modo in cui vengono gestite, notando che vengono gestite in modo intelligente capiscono che non è controproducente.

È anche per questo motivo che su Twitter ho associato il mio nome a ISayBlog: su Twitter non ci sono molte informazioni personali, in questo modo chi legge i miei tweet legge anche ISayBlog e magari cerca delle informazioni con le quali contattarmi.

Ultima domanda: qualcuno è mai riuscito a stocazzarti?

Sì, soprattutto all’inizio, qualche amico in privato, via sms o dal vivo, oppure quando abbassi la guardia o non ti aspetti che quella persona lo faccia.

Grazie David!

Da bravi Ninja, quindi, state in guardia! La stocazzata è dietro l’angolo 😆

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?