Volete un Banksy a casa vostra? Rubatelo!

Se non ci riuscite, non sarete neanche arrestati

Un'ignara wannabe-ladra, scoperta dalle telecamere

I nostri amici a testa in giù (gli australiani) se ne inventano sempre una nuova, e sempre più particolare. Questa, scovata su Juxtapoz Magazine, racconta un’iniziativa quanto meno insolita della Art Series Hotels di Melbourne.

Due opere di Banksy (in particolare, No Ball Games e Pulp Fiction) erano disponibili per qualunque cliente le volesse. Per aggiudicarsele però doveva rubarle e portarle fuori senza farsi scoprire! Se invece il ladro improvvisato fosse stato beccato, semplicemente il Banksy sarebbe tornato in albergo.

Banksy - No Ball Games

A questo punto vi sarà sorta una domanda abbastanza spontanea, come si faceva a non farsi scoprire? ArtDaily ci viene in aiuto, proponendo una raccolta delle “furbate” che sono state tentate finora:

– Entrare nel sistema di sorveglianza per non essere visti dalle telecamere

– Distrarre la security riportando mobili rotti

– Donne poco vestite per distrarre lo staff

– Un uomo ha tentato di staccare il quadro dalla parete con una scopa e poi è scappato

– Qualcuno si è travestito da membro del personale dell’hotel

– Un altro ha fatto finta di essere un commerciante (e portava con sè una scala a pioli)

– Due moderni Bonnie e Clyde hanno fatto addirittura il live tweeting del loro tentativo

– Anche la tennista Serena Williams ci ha provato senza successo.

Banksy - Pulp Fiction

Qualcuno però ci è riuscito a quanto pare, perché No Ball Games è stato rubato, ma Pulp Fiction (valutato circa 4000 dollari) è rimasto in albergo. O meglio, il localizzatore GPS mostra che è stato spostato solo dalla sicurezza tra un hotel e l’altro della catena. Il quadro sarà donato a Crime Stoppers (un’associazione di persone che denunciano crimini a cui hanno assistito) e messo all’asta.