I 5 social network del 2012

Facebook non è più solo: i 5 social che quest'anno gli ruberanno (almeno un po') la scena!

Un nuovo anno è appena cominciato ricco di attese, domande, certezze. Dal mondo social sono sempre tantissimi gli stimoli che vi presentiamo giorno dopo giorno in sezione: le piattaforme 2.0 nascono veloci da idee più o meno brillanti, e non sempre sono premiate dal mercato.

Così, mentre Facebook continua la sua diffusione inesorabile stressandoci con cambiamenti e features continue (avete letto del servizio di chat per salvare potenziali suicida?) e registrando 800+ milioni attivi worldwide, sale la curiosità per capire quali social potrebbero contrastarlo quest’anno.

Qualcuno pensa che il tormentone Foursquare stia finendo, in Italia e nel resto del mondo: mentre la geolocalizzazione è descritta ogni anno come uno dei trend del futuro, mancano probabilmente le idee per sfruttare al meglio questo social che continua comunque a innovare, soprattutto lato brand pages (con il follow button e altri piccoli accorgimenti).

D’altra parte, i dati e le sensazioni portano verso l’ascesa (o la riconferma) di 5 social network che si stanno posizionando molto bene o che sono già molto diffusi ma non ancora nella loro fase di maturità: Twitter, Tumblr, Pinterest, Posterous e Instagram.

Twitter

E’ l’attuale fenomeno social, nell’ultimo anno e fino all’estate 2011 le iscrizioni hanno avuto un incremento pari all’82%. E’ una bella finestra sul mondo, limita a 140 caratteri il messaggio che si desidera trasmettere e permette di informarsi in tempo reale trovando, a lato del ‘semplice’ fatto, anche tweet di commento/precisazione che creano una panoramica completa della notizia. E’ stato l’arma multimediale delle rivoluzioni dell’anno appena trascorso e si presenta come il social che nel 2012 addolcirà la Facebook-mania, anche grazie ad alcuni accorgimenti di usabilità, nuove feature per le brand page ed il lancio di una piattaforma pubblicitaria self-service. E voi, ci siete?

Tumblr

Piattaforma per creare tlog, è ideale per fare intendere senza dire tutto: le statistiche globali parlano di una crescita 2011 del 900%, da 10 a 90 visitatori unici mensili! Multimedialità, personalizzazione, praticità sono solo alcuni plus del social, che ha già superato WordPress ed è sempre più usato anche insieme a Twitter tramite aggiornamenti automatici. E intanto, aziende e multinazionali hanno già cominciato ad appassionarsi e utilizzarlo per il marketing

 

 

Pinterest

Ve lo anticipiamo già: se leggete costantemente Ninja Marketing, ne sentirete davvero parlare ;-) Acclamato come il vero social network del 2012, permette di salvare, archiviare e catalogare immagini/video sui propri interessi personali. Una lavagna (o bacheca: vi ricorda qualcosa?), la possibilità di citare le persone in pieno stile social (ancora: qualche ricordo?) e lo spazio necessario per le proprie passioni, soprattutto in forma di immagini: gli ingredienti del successo sembrano esserci tutti, anche se per ora l’accesso è ancora su invito.

 

Posterous

Partita come piattaforma di instant blogging, nel tempo ha cercato la differenziazione da Tumblr attraverso Spaces, ‘svoltando’ verso le piattaforme di social networking. Qui è possibile creare tutti gli spazi virtuali che si desiderano pubblicando contenuti dedicati a specifici gruppi di persone, e usufruire di una serie di servizi aggiuntivi: provare per credere!

 

Instagram

Se Barack Obama apre uno spazio istituzionale su un nuovo social, c’è da scommettere sulla piattaforma: come tutti ben saprete, Instagram è una social app che permette di condividere e personalizzare immagini on the road. E’ possibile anche seguire gli utenti e giocare con le immagini, tutte proprietà che lo rendono veramente cool. Recentemente vi abbiamo anche riportato tanti casi e modi per promuovere un brand attraverso l’app e il potere delle foto. Il 2012 lo vede dunque protagonista sia da lato utente che da quello aziendale, soprattutto se (come sembra) verrà rilasciata anche la versione per Android.

Queste sono solo brevi presentazioni: durante l’anno appena cominciato avremo modo di conoscerle sempre meglio e presentarvi i casi più innovativi di comunicazione e marketing digitale!

Ebbene sì, avete letto bene: manca Google Plus! Crediamo nella validità del progetto ma idealmente lo posizioniamo in sesta posizione: registra incrementi costanti di iscritti, ma anche elevati tassi di abbandono o non utilizzo. La nostra G+ Specialist Kirameki ci terrà comunque informati in real time sugli sviluppi del Social firmato Big G! ;-)

 

ARTICOLI CORRELATI

CV innovativi: come utilizzare i social network per creare un curriculum di rottura

Social media mix: quali social network vanno connessi e perché

Pinterest: le best practice per far decollare il vostro eCommerce

Le Migliori Apps iPhone per Condividere Foto: Photo Social Apps!

Piqora: come aumentare il ROI su Pinterest, Tumblr e Instagram

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Commenta

  • http://twitter.com/francescafv Francesca Valente

    Ciao ninja! Sono contenta che non abbiate inserito Google Plus fra i primi 5. Finalmente qualcuno sottolinea gli ”elevati tassi di abbandono o non utilizzo” che caratterizzano questo social network. E vogliamo precisare anche che è utilizzato principalmente da operatori del settore? Mi sembra sia stato veramente sopravvalutato.
    @francescafv:twitter 

  • https://twitter.com/Symsoa Sym

    Tumblr, Posterous, sono blog, non social Network…….Google Plus lascio ancora una speranza che migliori……

  • Anonimo

    Hai ragione, sarebbe stato più corretto parlare di social media (includendo dunque anche i blog) e non social network. 
    Stiamo a vedere su G+, vi terremo aggiornati ma già il fatto di proporre un’innovazione alla settimana non è del tutto positivo, è un brutto segno…

  • Anonimo

    Ciao Francesca,
    staremo a vedere, queste sono solo attese ;-)
    G+ a mio parere vive un paradosso: da una parte così com è non convince i più, e ha la necessità di innovare. D’altro lato, continuando a cambiare, non soddisfa (e anzi stressa) l’utente…

    Alberto
    Social Media Editor
    Ninja Marketing

  • https://twitter.com/Symsoa Sym

    Credo che poi alla fine il discorso sia molto personale, sia per Social Netrwork che per Social Blog ( cosi come altre cose) ogni persona usa poi ( e di conseguenza parla bene) di quello ove si trova meglio.

adv
Corso in Facebook Marketing