Steve Wozniak, co-fondatore di Apple, è un Android fan!

In una lunga intervista al Daily Beast, il cofondatore ci spiega perchè apprezza Android

 

Dopo ormai anni di scontri per capire chi fosse il migliore, è la persona più insospettabile a dichiararsi fan del piccolo robot verde con una semplice frase: “Vorrei che il mio iPhone nella sua semplicità facesse quello che fa un Android.

Volete sapere chi? Proprio Steve Wozniak, co-fondatore di Apple!

Wozniak, da tutti considerato un vate della tecnologia e dei computer ha sempre mostrato simpatia , al contrario del compianto Steve Jobs, verso l’OS di Mountain view e la conferma arriva dalla foto scattata a Novembre che lo immortala con il team di Google (da cui ebbe in regalo fra i primi negli States un Samsung Galaxy Nexus ):

 

In una lunga intervista al Daily Beast, uno dei migliori siti d’informazione americana, alla domanda sull’ eterno dualismo iPhone – Android Wozniak ha risposto spiazzando tutti in questo modo:
“Il mio primo telefono è l’iPhone. Amo la sua bellezza. Ma vorrei che facesse tutte le cose che fa il mio Android, davvero”


Scorrendo ancora l’intervista notiamo altri passaggi importanti come quando afferma che preferisce  il comando vocale integrato in Android al Siri dell’iPhone poiché in alcuni casi si è mostrato essere più efficace non essendo necessaria una connesione internet per il suo corretto funzinamento. Sempre nell’intervista Wozniak afferma che

“Certo gli Android non sono semplici da usare come gli iPhone  ma se siete disposti a smanettarci un po’ su su  beh, devo ammetterlo , offrono maggiori possibilità in un questo senso”.

Durante l’intervista sostiene l’originalità e le potenzialità del progetto Android paragonandolo a quello di un altro grande competitors di Apple, ovvero Microsoft, sostenendo che :

“Non c’è una grande differenza [tra iOS e Android] mentre c’è ne è molta tra Mac e Windows”

Wozniak infine apprezza la snellezza e la brevità nei tempi di approvazione delle applicazioni nel market di Android, sostenendo che avvantaggia gli sviluppatori poiché, a differenza di come avviene per iOS, non solo accorcia i tempi di uscita al pubblico dell’apps ma soprattutto invoglia i programmatori ad attuare un maggior numero di aggiornamenti per le stesse.

 

Insomma senza dubbio le parole sbalorditive quanto sincere di Wozniak offrono un ulteriore conferma di come il sistema operativo di Google non possa far altro che migliorare e rappresentare sempre più un competitor da prendere molto sul serio per l’azienda di Cupertino.

E chi se lo sarebbe mai aspettato? Figuriamoci poi dette dal co-fondatore di Apple. Chapeau…

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?