Il Babbo Natale social che supporta Terre des hommes

Restituire il sorriso ai bambini meno fortunati con l'aiuto di Social Claus!

Mianù Catenaro

Web Content & Social Media Manager

Babbo Natale diventa social e scrivere la letterina non è mai stato così semplice.  Per farlo è sufficiente collegarsi al sito Caro-Babbo-Natale.it con un account Facebook e in un click si possono condividere desideri, speranze, ringraziamenti, consigli, auguri per se stessi e per i propri cari, nonché saluti per chi è lontano. Tutti i contributi possono essere votati con un like o commentati a loro volta: una modalità in pieno stile web 2.0, che fa del beniamino di grandi e piccini un perfetto #SocialClaus come qualcuno l’ha definito non appena si è sviluppato il tam-tam su Twitter.

Ideatore dell’iniziativa è Fabio Malamocco – Internet Business Consultant, che ci dice:

“L’idea l’ho avuta mentre giocavo con i miei tre nipoti. Mi sono chiesto: perché non dare la possibilità anche agli adulti di tornare bambini attraverso il web, lo spazio che visitano quotidianamente? Il Natale poi è alle porte, quindi l’espediente della lettera a Babbo Natale sarebbe stata contestualmente perfetta”.

Per quanto riguarda la parte tecnica:

“Il funzionamento del sito è molto semplice e immediato. Collegandosi con il proprio account Facebook è possibile: scrivere la propria letterina a Babbo Natale, pubblicarla in maniera automatica e non invasiva nella propria bacheca e così facendo, condivederla con i propri amici, che potranno a loro volta commentarla”.

Quello che in effetti emerge maggiormente leggendo le letterine lasciate dagli utenti è il desiderio di un ritorno alla semplicità, che si riflette nella grafica minimale del sito, e alla giocosità dell’infanzia.

Si trovano commenti divertenti, come “Caro Babbo Natale…non mi viene nulla in mente. Passa comunque a casa che mi sono stufata di mangiare il biscotto e bere il latte che lasciano i bambini ogni anno per te. Opssss…non lo dovevo dire”; altri più vagamente ironici, Vorrei un nuovo modello di sviluppo per questa umanità, più equo, più sostenibile, finalmente basato sulla collaborazione, sulla solidarietà e su obiettivi comuni, condivisi e tesi al bene comune. Vabbé, ho capito… portami un torrone di cioccolato, dai, che per quest’anno la chiudiamo così…”, altri più riflessivi “Vorrei che tu prendessi i desideri dei bambini e li portassi nei cuori degli adulti, per fargli ricordare che a volte la semplicità di un sorriso è meglio di un oggetto costoso”.

Infine, poiché il Natale è da sempre il periodo migliore per fare del bene, Caro-Babbo-Natale.it sostiene Terre des Hommes Italia, da cui ha ricevuto il patrocinio ufficiale, dandole visibilità attraverso i social network. Sempre in prima linea per quanto riguarda i children rights, la Onlus ha avviato decine di progetti in svariati Paesi nel mondo, per proteggere i bambini dagli abusi, dalla violenza, dalla strada, dallo sfruttamento e garantire loro il diritto alla salute, all’istruzione, al sorriso e in questo caso, a un Natale più sereno.

Supporta Caro-Babbo-Natale.it anche tu, scrivendo subito la tua letterina e condividendola con i tuoi amici e… Buon Natale!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?