Facebook e HTC insieme per il primo social-phone: in arrivo Buffy!

Dopo numerose chiacchiere e smentite escono le prime indiscrezioni sul Facebook phone. Sarà tutto vero?

Dopo mesi di chiacchiere e smentite finalmente Facebook aggiorna il suo stato e lo fa con un cellulare:  in arrivo il primo vero Facebook phone, prodotto da HTC. La notizia proviene da un’autorevole fonte come il  Wall Street Journal, e precisamente dalla sua sezione dedicata al Hi-tech ovvero AllThingsSD. Sebbene il sito non indichi da dove siano state prese queste informazioni “top-secret”, ci aspettiamo a breve altre news siccome questa è la prima di ciò che AllThingSD dice sarà una lunga serie di post sul device misterioso.

Il cosìdetto “Facebook phone” è stato al centro di una grossa speculazione per più di due anni, sebbene gli unici smartphone di HTC prodotti correlati in qualche modo all’azienda di Palo Alto in questo periodo di tempo, ovvero  il ChaCha e  il Salsa, integrassero semplicemente in un sistema Android  alcune funzioni specifiche per Facebook oltre che a un tasto fisico dedicato al social network. A differenza degli altri anni però questa volta abbiamo un nome: Buffy, omonimo della cacciatrice di vampiri la cui lunga serie televisiva ha avuto tanto successo sui nostri schermi.

Come sarà ?

Il cellulare pare sarà creato basandosi su una versione modificata di Android (di cui monterà solo il Kernel): la build infatti verrà profondamente modificata per integrare i servizi di Facebook, in maniera molto simile a come ha fatto Amazon con il Kindle Fire. Oltre a integrare i propri servizi, Facebook potrebbe inoltre implementare il supporto alla piattaforma basata su HTML5 per la gestione delle applicazioni che ha introdotto alcuni mesi fa.

La scelta di HTC da parte di Facebook è molto recente, considerando anche l’esistenza di altri potenziali partner come la coreana Samsung. Ciò significa che, considerando i tempi di lavoro, il prodotto potrebbe essere immesso sul mercato nel giro di 12-18 mesi.

Facebook né HTC hanno scelto di commentare specificamente la notizia ma un portavoce del più grande social network del mondo, avrebbe affermato quanto segue:

“La nostra strategia mobile è semplice: noi pensiamo che ogni dispositivo mobile sia migliore se è profondamente social. Stiamo lavorando attraverso tutto il settore mobile, con operatori, produttori di hardware, fornitori di sistema operativo e gli sviluppatori di applicazioni per fornire una intensa esperienza social a molte più persone in tutto il mondo.”

Nascita del progetto Buffy

Sempre da AllThingSD provengono altre notizie circa quella che è stata la storia che ha portato alla costruzione di questo smarthphone (approfondimenti nelle fonti in basso).

Circa un anno fa infatti venne creato appositamente un team per questo progetto che prevedeva la vera e propria costruzione di un cellulare – così come ha fatto Apple – con hardware e software integrati. Quando però il progetto divenne troppo grande e diverso da quello iniziale, molte delle persone coinvolte lasciarono la compagnia e tutto venne accantonato.

Ma questo primo sforzo ha dato però origine a quello che è l’attuale nome dello smartphone in uscita con HTC: Buffy. Inizialmente infatti il progetto si chiamava “Social Layer” (strato sociale), abbreviato poi in “Slayer” (uccisore), un mash up del nome precedente. Tuttavia suonava troppo violento come nome pertanto si è optato per Buffy – come la popolare cacciatrice di vampiri (in inglese “vampire slayer”).

Evoluzione del progetto

Il team iniziale  aveva come leader Chamath Palihapitiva, e includeva membri di eccellenza come Joe Hewitt , fondatore di Firefox e creatore della app “Facebook” per iPhone, e  Matt Papakipos creatore del Google Chrome OS. Tuttavia, come spesso accade nei progetti ambiziosi, la squadra si trovò a dover affrontare problemi notevoli come la mancanza di fondi  e con questi orizzonti sempre più limitati perse fiducia nel progetto che obiettivamente a quelle condizioni non poteva competere con l’iPhone di Apple.

Pertanto il team fece un passo indietro e cercò di costruire lo smartphone basandosi su Android. Nel frattempo però molti di loro cessarono la collaborazione lavorativa con facebook perché sfiduciati (tra cui lo stesso Project Manager Chamath Palihapitiva). Ecco perché il primo progetto di Buffy venne accantonato fino poi a trovare nuova linfa vitale sotto il Chief Tecnology Officer di Facebook, Bret Taylor (attuale PM del neonato progetto Buffy).

Chi comprerà il Facebook Phone?

Sicuramente molti di voi, leggendo quest’articolo, si sono posti la domanda “Perché le persone dovrebbero comprare il facebook phone?”. Le risposte potrebbero essere molteplici e una di queste è correlata alla “fan-mania”: così come esistono i fan di Apple e Google, anche Facebook e Mark Zuckerberg sembrano riscuotere grosso successo tra gli utilizzatori del famoso social network ed è a questi che punta l’azienda di Palo Alto.

Facebook ha circa 350 milioni di utenti attivi mobile in tutto il mondo.  Anche se è una delle applicazioni più popolari su quasi ogni telefono per il quale è disponibile, il social network fino ad ora ha sempre avuto  un ruolo di supporto. Il progetto Buffy rappresenta un significativo passo avanti per Facebook che ha focalizzato il proprio lavoro sulla creazione di un cellulare “più social” attraverso la collaborazione con un’esperta produttrice di hardware come HTC.

Punti di forza

Dove però Facebook potrebbe ottenere maggior successo è la sua ottima relazione con circa 475 compagnie telefoniche in tutto il mondo. Queste relazioni hanno già portato ad esempio all’offerta in certe nazioni ( in Italia lo ha fatto Vodafone) di una connessione dati gratuita per 60 giorni per accedere a Facebook dal proprio dipositivo mobile.

Un altro punto a suo favore potrebbe ottenerlo dalla messaggistica:  se si riuscisse ad ottenere una sorta di concessione gratuita sui dati utilizzati da Facebook Messenger, il servizio potrebbe funzionare come una ottima oltre che gratuita alternativa al sistema di SMS tradizionale. Il periodo dei 12-18 mesi probabilmente servirà infine a Facebook per incentivare un incremento delle applicazioni basate sulla piattaforma HTML5, in modo da poter offrire ai consumatori un catalogo di Apps rispettabile.

Conclusioni

La lotta per il controllo mobile rimane comunque molto feroce, soprattutto dopo l’uscita del Nokia Lumia pronto a dar battaglia a Google e iOS: immaginatevi cosa accadrà adesso che Facebook avrà un device tutto suo.

Voi invece cosa ne pensate? Volete acquistare un telefono Facebook? Quali pensate potranno essere i vantaggi di questo “nuovo” smartphone?


VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?