Sisley libera i nani per Natale, tra gamification e social media marketing

Francesco Gavatorta
Francesco Gavatorta

Editor Social @Ninja Marketing

Avete visto per caso passare dalle vostre parti un nano rosso, simile al famoso David Gnomo? Se sì, fotografatelo e raccontatelo a tutti, perché significa che è libero!

Sembra il ritorno del Fronte di liberazione dei nani da giardino (e sicuramente qualche suggestione questo fenomeno nato in Francia l’ha lasciata) e invece è la nuova campagna di Sisley, che lancia questo Natale una missione per regalare la libertà a chi è più sfortunato: “Sisley Dwarfs, a Christmas in Freedom“.

La campagna mescola ideali e gamification, social network e viral marketing: l’obiettivo è quello di diffondere, attraverso testimonial simpatici come questi piccoli nanetti rossi, un messaggio di indipendenza che Sisley vuole fare proprio.

L’idea, di per sè, è molto semplice: chi avvista un nanetto, gli scatta una foto e scrive il proprio messaggio ineggiante alla ritrovata libertà. Il tutto viene inviato via email oppure postato su Facebook e Twitter, in quest’ultimo caso usando l’hashtag #nanoliberatutti.

Sisley raccoglie questi messaggi per testimoniare ancora una volta come la community che ruota intorno al brand sia composta sempre di più da indipendent people.

Il lancio della campagna è avvenuto su YouTube, con un video che racconta la genesi della ricerca dei Nanetti. La location è la Riserva Naturale dell’Alpe della Luna, nel comune di Badia Tedalda (Arezzo):

I risultati? Sicuramente positivi: piano piano i canali sociali del brand d’abbigliamento si stanno riempiendo di segnalazioni di nanetti che sono riusciti a tornare liberi, realizzando così il loro sogno di essere indipendenti.


Una bella operazione, quella di Sisley, che sfrutta dinamiche sostanzialmente ludiche, che permettono di raccontare e far raccontare agli stessi utenti le proprie storie. Gli user generated content diventano quindi centrali e rafforzano l’interazione degli utenti con il brand, favorendone l’engagement.

Come detto sopra, foto e messaggi possono essere condivisi sui canali di Facebook e Twitter oppure inviati via email a nanetti@sisley.com, maggiori informazioni su www.sisley.com.

Non vi resta che circolare per le città, passeggiare per i monti o stazionare in spiaggia (freddo permettendo, di questi tempi..) e se vedete un nano immortalatelo con il vostro smartphone: il vostro messaggio potrebbe diventare il motto per qualcuno in cerca di libertà!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?