Romanians are smart, la campagna contro i pregiudizi online

La nuova campagna pubblicitaria di Kandia Dulce e il fil rouge con la precedente "The American Rom"

Massimo Sommella

Managing Editor @ Ninja Marketing

Advertising Agency: McCann Erickson, Romania

Ultimamente arrivano dalla Romania campagne davvero incredibili, che mostrano l’ottimo stato di salute del settore dell’advertising di questo paese. L’ultima di queste è di McCann Erickson che per Kandia Dulce, il produttore della barretta di cioccolato ROM, ha lanciato una campagna online volta a migliorare l’immagine dei rumeni in tutto il mondo.

L’idea dietro “Romanians are smart” nasce da una triste realtà: se si digita su Google.com la frase “Romanians are” in automatico nei suggerimenti i risultati sono “rude”(maleducati) “ugly” (brutti) o “scum” (feccia). E non va meglio su Google.fr (dove i suggerimenti sono “racistes-razzisti” o “des voleurs- dei ladri”) o su Google.it dove il primo risultato è “zingari” .

Obiettivo principale della campagna quello di cambiare entro oggi, 1° dicembre nonché giornata nazionale della Romania, i suggerimenti delle ricerche di Google in più lingue possibili. Per farlo l’azione ha coinvolto i più influenti blogger e opinion leader della Romania e gli utenti di tutti gli altri paesi tramite una pagina Facebook dedicata e un video che spiegava come fare.

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=fDY-Q7oCbfw&feature=player_embedded’]

Gabriela Munteanu, Marketing Manager alla Kandia Dulce, ha commentato così la scelta della campagna:

Rom è un brand profondamente rumeno, ciò ci ha costretto a prendere una posizione rispetto ai gravi pregiudizi di cui è vittima la Romania. Per questo abbiamo deciso di portare avanti questa causa: lottare per l’immagine della Romania. L’immagine dei rumeni su internet, l’immagine che i rumeni hanno di se stessi, l’immagine dei rumeni all’estero”

Il brand non è nuovo ad una comunicazione che punti su aspetti emozionali specifici quali il patriottismo e la difesa dell’immagine della Romania all’estero. Quest’estate, durante il Ninja Summer Camp, proprio all’interno della presentazione della nostra sezione “I marketing trend verso il sensible branding” abbiamo parlato di un’altra campagna della barretta ROM, basata questa volta sull’extraordinary fiction.

In quella campagna, chiamata “American Rom”, il brand promuoveva un “finto re packaging” del prodotto attraverso una campagna in-store e online. Alla tipica bandiera della Romania, storico sfondo del packaging della barretta, veniva infatti sostituita la bandiera degli Stati Uniti con l’obiettivo di riavvicinare i giovani al brand (poiché preferivano snack made in america) risvegliando il loro nazionalismo.

[yframe url=’http://www.youtube.com/watch?v=Tt9NBtW4sbA&feature=player_embedded’]

Credits:

Advertising Agency: Mccann Erickson Bucharest, Romania
Creative Director: Adrian Botan
Group Creative Directors: Catalin Dobre, Dinu Panescu
Art Director: Ionut Cojocaru, Andra Badea
Copywriter: Florin Florea
Additional credits: Ruxandra Savulescu, Lavinia Vaduva, Ileana Parau, Ruxandra Vasilescu, Sorina Iordan

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?