Fail di Durex su Twitter per una battuta sessista

Quelli della Durex South Africa hanno fatto la battuta.
“Perché Dio ha creato i peni? Per avere almeno un modo per zittire le donne”.
Una battuta di cattivo gusto, tra l’altro sentita e risentita, più adatta ad una discussione da bar tra amici in cui magari uno racconta che stava discutendo con la ragazza e che il tutto si è piacevolmente concluso facendo la pace a letto…
Una di quelle battute a cui una donna avrebbe potuto semplicemente replicare al genio che l’ha postata “gioia, guarda che il servizietto a cui ti riferisci non funziona per zittire le donne, semmai per mettere fine alle vostre, di discussioni”.

Ecco quindi che le femministe sudafricane si sono sbizzarrite, mettendo l’accento sul fatto che la violenza contro le donne rappresenta il pretesto per una battuta per gli uomini sudafricani. Ricordiamo inoltre che il tutto accadeva durante la campagna 16 Days of Activism for No Violence Against Women and Children in occasione dell’International Day for the Elimination of Violence Against Women.

Fail nel fail: ovvero come saltare dalla padella alla brace dandosi la zappa sui piedi

Durex non si è scusata dal primo momento. Ha infatti replicato che era solo una battuta:

La battuta non ha attirato solo l’indignazione delle donne…

…ma anche quella degli uomini. Uno di loro ha infatti chiesto: “Quindi il vostro target è l’uomo di Neanderthal?”

Da #DurexJokes a #DurexApology

Dopo una serie di tweet contro la battuta di @DurexSA, l’azienda si è decisa finalmente a scusarsi con una serie di tweet, tra cui questo:

Capita di sbagliare. E in fondo le battute a sfondo sessuale spesso sono anche divertiti ma occorre trovarsi nel contesto giusto. L’ingenuità compiuta da Durex è stata quella di tralasciare che Twitter non è il baretto sotto casa e che chiunque twittasse non stava parlando solo a degli amici che avrebbero lasciato correre.

Ma l’errore più grande è stato sicuramente quello di non averlo ammesso subito, a maggior ragione perché le proteste venivano addirittura da un’associazione e non da una singola persona.

Del resto, ormai si è tutti d’accordo sul fatto che le principali regole del crisis management sono:

– evitare una crisi

– ammettere di aver sbagliato.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Scritto da

Martha Burns

Editor at large

Mi chiamo Martha con l’h per via della mia bisnonna americana e non per la mancanza di buon gusto da parte dei miei genitori. Dopo aver conseguito la laurea in Scienze della ... continua

Condividi questo articolo


Segui Aliki su Twitter .

Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it