Firebell, il nuovo tool di crisis management

Mettersi alla prova simulando una crisi sul Web

L’incremento del traffico e della pervasività dei social media può rivelarsi un’arma a doppio taglio: se da un lato costituiscono opportunità per le aziende, dall’altro la diffusione di crisi su questi canali, interattivi e multimediali, diventa sempre più frequente ed anche impegnativa da gestire. Impossibile, infatti, destreggiarsi con efficacia con i mezzi tradizionali di crisis management

Per far fronte alle potenziali minacce in real time di imprese e brand, da Weber Shandwick arriva la versione europea di Firebell, un’applicazione capace di simulare situazioni di crisi e veri e propri attacchi sui network dei vari Social generando quindi un effetto viral. Uno strumento indispensabile per testare la propria azienda ed il proprio gruppo di lavoro in un ambiente sicuro, ma altamente attendibile.

Una ricerca condotta da Altimeter Group ha dimostrato che le crisi social media si generano in maniera piuttosto simile nelle principali 3 piattaforme di social media,  Twitter, Facebook, YouTube, interessando anche blog e community. Ad essere maggiormente interessati da questi attacchi sono sopratutto beni di consumo, abbigliamento e moda, ristoranti, internet e retail. Un problema serio e diffuso, dunque, ma che può e deve essere assolutamente gestito poichè  il 63% del valore di mercato viene attribuito dalla reputazione. Un processo che, tra l’altro, richiede anche una certa velocità: i primi 120 minuti sono decisivi per influenzare, per sempre, la percezione dei vari pubblici.

Fireball è un servizio è personalizzabile in base alle richieste dei clienti, seppur adatto per il mercato italiano, e concentra l’attenzione sui canali sociali che con maggiore probabilità possono essere oggetto di attacchi. In pratica, l’applicazione genera delle pagine e profili fake del brand sui vari social media, avendo cura di creare anche pagine fan e community avverse. Una volta avviata la simulazione, il cliente assiste e si prepara ad affrontare la crisi, proprio come se fosse autentica.

Un vero e proprio servizio di training necessario per non trovarsi impreparati nei momenti difficili: non mancano, infatti, esempi di crisi non correttamente gestite anche da parte di grandi brand.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?