Le migliori applicazioni mediche per smartphone

Gli smartphone saranno nel futuro della prevenzione medica

 

La medicina sbarca sul pianeta smartphone con tante applicazioni utili  molte delle quali potrebbero addirittura aiutare a salvare delle vite umane.

Il mondo della telefonia – ormai è risaputo – non conosce limiti, apportando quotidianamente innovazioni che ricoprono i più svariati settori e ci aiutano ad agevolare la vita di tutti i giorni. Cosa pensereste se vi dicessi che oltre ad agevolarcela gli smartphone potrebbero addirittura salvarcela? No cari lettori non sono impazzito. La domanda non è casuale visto che sembra essere proprio questo il nuovo trend che ha investito in modo impetuoso il mondo smarthphone: quello delle medical apps o applicazioni mediche.

Smartphone e medicina: un binomio “salutare”.

L’uso degli smartphone è in rapida espansione nel settore sanitario poiché forniscono una serie di programmi, convenienza ed efficienza che non possono essere raggiunti con i computer tradizionali. Sebbene abbiano un segmento di mercato più piccolo rispetto a quelle di altre applicazioni, la vendita di questa tipologia di apps è più che raddoppiata tra il 2009 e il 2010. Secondo una indagine portata avanti da Kalorama information si è passati infatti da i 41 milioni di dollari del 2009 (1,5% del totale) a una cifra di circa 84 milioni di dollari nel 2010.

I market dei vari sistemi operativi ogni giorno si arricchiscono infatti di moltissime applicazioni – alcune molto divertenti altre più utili ai fini lavorativi – che rappresentano per medici, farmacisti, studenti e operatori sanitari risorse indispensabili per i loro smartphones. Addirittura Apple ha recentemente aperto su App Store una sezione chiamata “Apps for Healthcare Professionals” che raccoglie una intera selezione delle applicazioni mediche per iPhone e iPad per i professionisti del settore. Le applicazioni mediche per Android invece, nonostante la crescente diffusione di dispositivi equipaggiati con il sistema operativo di Google, sono ancora relativamente poche rispetto alla ricca offerta per iPhone e iPad.

Le migliori applicazioni mediche

Ma andiamo subito a vedere quali sono le apps più interessanti.

1) Zeo Sleep Manager

Riesci a fare sempre 6-8 ore di sonno durante la notte ma la mattina ti svegli ancora stanco? ZEO Sleep Manager arriva in tuo soccorso. ZEO è infatti un sistema in grado di aiutarti a migliorare il sonno grazie all’ausilio del tuo iPhone o dello smartphone Android.  Tracciando durante la notte tutte le fasi del sonno attraverso un sensore a fascia posizionabile sulla testa, Sleep Manager registra i dati nelle ore notturne per poi inviarli via bluetooth all’applicazione Zeo Sleep Manager. Questa applicazione li elabora fornendo informazioni sulle ore dormite e i clicli di sonno leggero/profondo determinando quindi quali fattori sono responsabili di possibili risvegli notturni. Insomma ZEO è uno strumento che aiuta a prendere il tuo sonno e a mettertelo tra le tue mani.

2) iFarmaci

iFarmaci è un prontuario per iPhone e iPad realizzato da un’azienda specializzata nel settore che contiene tutti i farmaci esistenti, compresi quelli fuori commercio. La ricerca del farmaco con iFarmaci avviene in diverse modalità come ad esempio selezionandolo per nome commerciale o per principio attivo ma anche puntando l’iPhone sul codice a barre stampato sulla confezione. Dall’elenco che ne viene fuori si ha subito una scheda del farmaco contenente indicazioni sul prezzoforma del farmaco e obbligo di ricetta. Un aggiornamento recente consente inoltre all’applicazione di ottenere un rapido elenco di altri farmaci contenenti lo stesso principio attivo di quello ricercato, in modo da poter acquistare quello più economico fra i tanti proposti. Attenzione tutto ciò naturalmente previo ausilio del vostro medico curante!

3) Medscape

Medscape è la più grande e completa applicazione medica per gli operatori sanitari. Particolarmente apprezzata per la ricchezza di informazioni gratuite che raccoglie (oltre ad una raccolta completa di farmaci  con formulazioni, dosaggio e interazioni) questa applicazione è suddivisa in 3 sezioni:

  • Diseases & Conditions: raccoglie informazioni su malattie e condizioni patologiche suddivise per specialità;
  • Clinical Procedures: illustra le varie procedure cliniche riportando indicazioni, controindicazioni, materiale occorrente e tecnica di intervento; 
  • Medical News: sezione di approfondimento con notizie e articoli recenti .

4) Xprompt – Multilanguage Assistance

Avete paura di stare all’estero e essere costretti,  a causa di un terribile mal di denti, ad andare in un ospdale ma non riuscire a far capire il vostro malessere a causa della lingua ? Xprompt multilanguage assistance fa al caso vostro! È  infatti un’utile e originale applicazione pensata per superare le barriere linguistiche che sempre più frequentemente i medici si trovano ad affrontare prestando assistenza a pazienti stranieri in situazioni di emergenza come al Pronto Soccorso. Questa applicazione è infatti dotata di un vasto archivio di frasi tipiche utilizzate durante una visita medica: dopo aver scelto una lingua, il medico seleziona una frase che viene visualizzata e pronunciata nella lingua del paziente e questo potrà a sua volta sfruttare la stessa app per rispondere al medico. Insomma una volta all’estero non avremo più l’incubo di lavarci i denti in ogni istante…

5) Anatronica

Si tratta di un atlante didattico interattivo e tridimensionale che permette di esplorare lo scheletro umano.Ecco un video dimostrativo:

6) Smartphone e infarto

Una delle applicazioni dal futuro a mio avviso più roseo –  ancora in fase di sviluppo – è sicuramente Smartphone e infarto, un sistema wireless che segnala anomalie cardiache. Questo particolare software, prodotto nei laboratori della Scuola Politecnica Federale di Losanna (EPFL), è stato studiato appositamente per gli smartphone, aprendo il campo a quella che potrebbe divenire una vera e propria applicazione “salvavita”.

Ma come funziona?

Attraverso dei sensori applicati sulla pelle, il nostro smartphone – collegato in modalità wireless ai sensori –  raccoglie in tempo reale informazioni circa il nostro battito cardiaco, proiettando tutto sul display del nostro dispositivo e generando una sorta di “elettocardiogramma tascabile”. Inoltre, qualora vi fossero anomalie nel battito cardiaco, il software provvede subito a  inviare la segnalazione via SMS o e-mail al nostro medico curante – o a un parente – affinché possa assisterci nel più breve tempo possibile.

Un pozzo inesplorato di ricchezza

Queste sono solo alcune delle centinaia di applicazioni che possono essere scaricate sui nostri smartphone, un numero destinato ancora a crescere (saranno 500 milioni le persone che secondo lo studio “Global Mobile Health Market Report 2010-2015” realizzato da research2guidance nei prossimi 5 anni utilizzeranno applicazioni mediche sul proprio telefonino).

Come scrive in un suo articolo su The Healthcare Blog, Kent Bottles sostiene che

Lo Smartphone e le sue applicazioni sanitarie trasformeranno l’healthcare. Un’innovazione così dirompente che influenzerà positivamente i fornitori, i contribuenti e i pazienti offrendo le migliori opportunità di business per l’assistenza sanitaria mobile.

Insomma, condividendo ciò che sostiene Bottles, le applicazioni mediche sono un vero e proprio pozzo ancora inesplorato di ricchezza. Voi invece cosa ne pensate? Quanto sareste disposti a pagare pur di avere un app “salvavita“?

 

 

 

 

 

 

 

 

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?