Ecco tutte le novità di Android Ice Cream Sandwich

Ecco tutte le novità

Dopo molti giorni di attesa e slittamenti, finalmente a Honk Kong, Google, in collaborazione con Samsung, ha “scongelato” il sua prodotto più atteso dell’anno :  il sistema operativo android 4.0 meglio conosciuto come “Ice cream Sandwich”. Spetterà al nuovo smartphone Samsung Galaxy Nexus – presentato assieme a ICS – il ruolo di padre fondatore di una nuova generazione di “androidi”.

Il nome del neonato sistema operativo, per quanto apparentemente bizzarro, rende molto bene l’idea di quella che è la novità in assoluto più interessante tra quelle portate dalla azienda di Mountain View: Ice cream sandwich rappresenta infatti  la fine del dualismo SO tra tablet  e smartphone Android,  proponendosi come giusto collante tra le due realtà.

 

Le sorprese non terminano qui

ICS si mostra come un serbatoio di novità su tutti i fronti. Android 4.0 infatti è stato creato, come sostengono i suoi sviluppatori, nel tentativo di integrare alla perfezione caratteristiche base degli smartphone android – personalizzazione, interattività  e funzionalità – con  nuovi strumenti di comunicazione e condivisione più potenti ed efficaci. Vediamo meglio nel dettaglio.

Nuova interfaccia utente

L’interfaccia ICS nei colori ricorda molto il suo predecessore Honeycomb, nei fatti è sostanzialmente diversa. Scopriamolo insieme cosa c’è di nuovo:

aumento del numero di animazioni che consentono all’utente una migliore interattività con il device

multitasking  potenziato tramite una icona applicazioni recenti: permette agli utenti di passare da una applicazione ad un’altra aperta di recente con notevole velocità e facilità oltre che terminarla

– fotocamera e notifiche accessibili anche in modalità lockscreen

– icone di notifica ora presenti nei terminali con schermo largo sulla barra di sistema (nei devices più piccoli restano in cima allo schermo)

– nuovo fonts  “Roboto “modern, yet approachable and emotional” , potrebbe sembrare poco rilevante, ma in un semplice font, il team dietro ICS ha tentato di riassumere il cuore del progetto e l’idea alla base del suo design.

widget ridimensionalbili in modo che gli utenti possano espanderli per mostrare più  contenuti o ridurli per non affollare lo screen

risposta veloce per le chiamate in entrata: quando c’è una chiamata in arrivo l’utente può rispondere anche direttamente tramite messaggio di testo senza la necessità di rifiutare la chiamata o sbloccare il terminale. Basta un semplice tocco

migliorate tastiera e supporto vocale: introdotto uno “spell-checker” che localizza e sottolinea eventuali errori o parole mancanti. Possibilità di installare dizionari o altri servizi da terze parti

Speech-to-text in real time: introdotto un nuovo sistema vocale – chiamato Voice Typing –che traduce immediatamente in testo intere frasi della lunghezza e del linguaggio preferite, comprensive di intervalli e punteggiature;

Comunicazione e condivisione

Quello che però ha più destato curiosità tra i presenti all’evento è stata la parte relativa alla sezione comunicazione e condivisione: si intravede nuovamente qui la volontà degli sviluppatori di creare uno smartphone sempre più mobile.

Disegnato per la gente che ama “vivere in strada”, ANDROID 4.0  integra infatti una ricca fornitura di strumenti per la comunicazione sociale e tasti di condivisione in ogni applicazione di sistema, rendendo più facile parlare, messaggiare o condividere foto e messaggi di stato con chiunque, in ogni luogo o momento della giornata.

Molto innovativa è l’integrazione di contatti e profili in una unica People app, una applicazione che racchiude in un’ unica schermata tutte le informazioni dei nostri contatti, come profili facebook, numeri, aggiornamenti di stato dai vari social network e in più anche un bottone per connettersi sui social network integrati.

Multimedia

Anche su questo fronte gli sviluppatori di Ice Cream Sandwich si sono mossi bene con la creazione di una fotocamera ricca e versatile, dimostrando quanto gli utenti siano sempre più interessati a dispositivi all-in-one .  L’applicazione che gestisce la fotocamera può contare infatti su alcune nuove feature rilevanti tra cui:

messa a fuoco continua

zero shutter lag:  lo shutter lag è il ritardo che si manifesta tra la pressione del pulsante di scatto della foto e il momento in cui la foto è realmente catturata; questo lag comporta naturalmente una scarsa messa a fuoco e una conseguente predisposizione a ottenere foto “mosse”. Android ha provveduto ad annullare questo ritardo nel suo nuovo SO

maggiore velocità di acquisizione delle immagini;

zoom stabilizzato

– possibilità di fare un fermo immagine e salvarlo in galleria alla massima risoluzione anche mentre la fotocamera continua a registrare un video;

face unlock  o sblocco facciale:  è questa la vera novità di ICS,  Android rileva la conformazione del volto e, dopo aver stabilito quale persona sta usando lo smartphone,  consente  lo sblocco del telefono a seconda che il volto di questa corrisponda o meno a quello del propietario del terminale

–  tap to focus: tappando sullo schermo l’utente manualmente decide su cosa o chi mettere a fuoco.

modalità Panorama:  l’utente inquadra una prima immagine e poi gira lentamente la fotocamera per ampliare la prospettiva. La camera raccoglie l’intera raccolta di immagini scattate in continuo e le include in una singola grande foto panoramica.

live effects : attraverso una serie di trasformazioni grafiche, possiamo modificare i nostri video durante la registrazione aggiungendo simpatici effetti – possiamo ad esempio cambiare lo sfondo o distorcere i volti

catturare screenshot (per la gioia di tutti i blogger android): sarà possibile tenendo premuto i tasti volume giù + tasto d’accensione, a prescindere dal device

Android Beam


Android Beam per tecnologia NFC : consente agli android di scambiarsi  file come musica, contatti e documenti semplicemente accostando i due terminali compatibili. L’app assomiglia indubbiamente a Bump ma sfrutta una tecnologia molto più fruibile rispetto alla ben nota applicazione, NFC che sta prendendo sempre più piede nelle strategie Google, e che sarà alla base anche di Google Wallet, ne abbiamo parlato qui.

Conclusioni

Potenzialmente l’ice cream sandwich si presenta come uno dei migliori concorrenti di IOS5 sul mercato degli smartphone non tanto per la sua natura innovativa – bigG ha migliorato ma non stravolto Android Honeycomb – ma  perché avendo una natura open source, a differenza di altri brand come Blackberry e del neonato Nokia Windows 7, possiede una fascia di mercato enorme da ricoprire (gli smartphone con Android hanno un range di prezzo compreso tra i 100 e i 600 € ).

Non ci resta pertanto che attendere come android 4.0 si evolverà ma soprattutto come si espanderà tra i costruttori di smarthphone – e dunque anche in altri device meno performanti del Galaxy Nexus – per poter sancire definitivamente la natura “universale” di questo sistema operativo.

Nel frattempo gustiamoci il nostro “dolcissimo” Ice Cream Sandwich guardando questo video di presentazione pubblicato su androiddevelopers.com, che ci mostra sia il nuovo Nexus che alcune cose sul nuovo SO

 

Come vi sembra android 4.0 Ice cream sandwich? Pensate che possa realmente contrastare il nuovo IOS 5 del colosso Apple?