Facebook aggiunge il parametro "people talking about" negli insight

Durante le vacanze estive Facebook aveva già operato degli aggiustamenti alle sue pagine Insight (per approfondire vedi: “Le novità di Facebook dell’ultime mese“), e pare continuare a lavorare senza sosta per garantire ai propri utenti dati sempre più specifici e dettagliati, con l’obiettivo di diventare (come già non lo fosse) imprescindibile partner commerciale di ogni brand.

L’ultima novità sul fronte Insight è il nuovo “people talking about”, un parametro che avrà una duplice funzione: da un lato garantirà agli interessati di capire se una pagina, oltre ad un gran numero di “like”, ha anche dei contenuti interessanti ed aggiornati; dall’altro motiverà gli amministratori a tenere sempre viva l’interazione con i propri utenti. Difatti il parametro terrà conto di ogni azione compiuta nei confronti della pagina, dalla condivisione di un post della stessa ad un tag in cui è inserita.

David Baser, Product Manager per Insight Pages, ha annunciato per il prossimo futuro interessanti novità per l’analisi dei dati sulle Facebook page, che però non toccheranno il nuovo “people talking about”, divenuto già un caposaldo dell’analisi assieme agli altri tre parametri principali: “like”, “friends of fan” e “weekly total reach”. Se il primo abbiamo ormai imparato a conoscerlo perfettamente (per approfondire vedi: “Facebook: la misura del brand engagement in like e commenti“), il parametro “friends of fan” misura semplicemente il numero di amici dei nostri fan (e quindi il numero potenziale di contatti raggiungibili da interazione). Infine, “weekly total reach” misura in maniera accurata il numero totale di persone che hanno postato qualcosa sulla pagina, compresi gli organi di informazione che all’interno del social network ne hanno fatto riferimento.

Un’analisi che, come ovvio, non può tener conto di “come” si parli di un determinato brand, in quanto basata su freddi numeri e parametri. Insomma, una misurazione che fa del “bene o male, basta che se ne parli” il suo motto.

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?