Stampa lenticolare, una tecnologia non convenzionale

La nuova frontiera per la comunicazione stampata sarà la tridimensionalità?

Cartelloni pubblicitari, affissioni alle pensiline dei pullman e inserti nelle riviste sono strumenti di marketing decisamente convenzionali, eppure grazie alla tecnica giusta possono rivelarsi molto creativi e fornire allo spettatore un’esperienza interattiva e coinvolgente.

Ricordate le card nelle confezioni di merendine che cambiavano immagine muovendole? La stampa lenticolare riprende lo stesso principio, con una qualità decisamente migliore e applicando questi effetti anche su vaste superfici. I materiali lenticolari (interamente riciclabili e quindi ecosostenibili) consentono di dare l’illusione della tridimensionalità con profondità e nitidezza, facendo vedere all’occhio sinistro un’immagine diversa da quella vista dall’occhio destro, oppure permettendo di vedere immagini diverse al variare del punto di vista.

L’azienda italiana TreD (che ha sviluppato l’H3D® System) è attualmente l’unica in Europa  specializzata esclusivamente in stampa lenticolare,  ed è costantemente impegnata nella realizzazione di progetti di comunicazione stampata di nuova generazione per famosi brand.

Tra i vari effetti che è in grado di offrire c’è il  Flip,  ossia il cambio netto di più immagini. Questa tecnica è stata utilizzata per realizzare un affissione per il cliente Unicredit, all’interno della  metropolitana di Milano, basata sul concept  “La vita è fatta di alti e bassi. Noi ci siamo in entrambi i casi”.
Il sistema di stampa ha permesso di realizzare una parete di 8 metri di lunghezza in cui, camminando, gli osservatori vedono il vagone affollato trasformarsi in un ambiente ordinato, con passeggeri comodamente seduti in poltrona e coccolati dalle hostess:

Un’altro esempio di effetto Flip sono i floorgraphics interattivi usati nella campagna Brioschi, che simulano la frattura del pavimento (causata dalla pesantezza di stomaco!) al passaggio delle persone:

Per il progetto “Le stazioni dell’arte” della Metropolitana di Napoli è stata realizzata, su disegno del designer newyorkese Karim Rashid,  una superficie di 250 metri quadri, che rappresenta la più grande installazione lenticolare al mondo. Dalla combinazione di effetti 3D e Moving utilizzata  è scaturito un vero tripudio di colori e pop art:

Per la  nuova campagna Nike, attualmente affissa sulle pensiline di Roma, è stato invece scelto l’effetto Multiframe:  la stampa si anima al naturale movimento dell’osservatore mostrando le foto di Ronaldo che si alternano al nuovo modello di scarpa.

 

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?