Progetto Toyota: cambiare marcia con la mente

Un altro passo avanti verso l'immateriale. Ne abbiamo davvero bisogno?

Innovazione. Un termine che racchiude davvero molti significati. Definisce ciò che è possibile e soprattutto promette un futuro davvero incredibile.

Toyota, da sempre azienda leader nell’innovazione, ha un sito dove racconta passo passo i concept che sviluppa. Si chiama Toyota Prius Projects. Proprio qui mi sono imbattuto nel progetto Concept Bike.

Di cosa tratta? Cominciando da aprile e apportando aggiornamenti ogni settimana, in Toyota stanno sviluppando una bicicletta che riesce a cambiare marcia con la forza della mente. Partendo dal design della bici, dal telaio in fibra di carbonio e dalla partnership con uno dei nomi più importanti nel settore (John Watson, di ProllyisnotProbably.com) sono arrivati già a buon punto.

La PXP (nome in codice della bici) utilizza due parti per ottenere il controllo telepatico. La prima parte è un casco dotato di neurotrasmettitori che legge le onde cerebrali di chi lo indossa. Il secondo pezzo è un trasmettitore wireless collegato al reggisella della bici. Il trasmettitore nel casco invierà un segnale al reggisella dicendogli di cambiare marcia, quando noi lo vorremo.

Al momento è ancora work in progress e l’intero processo è controllato da uno smartphone. Ma “promettono” di riuscire nell’impresa.

E se davvero…

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?