Il pisolino aumenta la produttività: questa la teoria di Stan Richards

Viene dalla Richards Group l'idea che dedicare la propria pausa pomeridiana ad un riposante pisolino aumenti la produttività di un'agenzia di comunicazione.

Se negli anni ottanta eri quello che faceva camminare i tuoi dipendenti sui carboni ardenti. Se negli anni novanta hai provato con il ping pong, il tavolo da biliardo e la carte da scopa. Se alle soglie del terzo millennio hai deciso di mettere degli skate nel corridoio affinchè i tuoi dipendenti potessero muoversi più velocemente e rilassarsi allo stesso tempo. O se ad oggi non sai più cosa fare per spremere i tuoi dipendenti, allora questo post fa per te. O anche no, ma sta a te decidere.

Stan Richards, CEO del Richards Group, nota agenzia di advertising statunitense, ha deciso di introdurre nella sua azienda il momento del pisolino pomeridiano. Si proprio così. Richards, a tal proposito, ritiene che il pisolino pomeridiano, migliori lo stato d’animo, la memoria e l’attitudine al decision-making dei propri dipendenti. E ad avvalorare questa sua tesi lancia alcuni grandi nomi di famosi cultori del pisolino pomeridiano fra i quali annoveriamo: Winston Churchill, John F. Kennedy, Ronald Reagan, Napoleon, Albert Einstein, Thomas Edison e George W. Bush.

Let's go have fun!

Ed in risposta a chi gli chiede se i suoi dipendenti possano approfittare di questo eccesso di libertà, Stan Richards risponde come solo i migliori leader possono fare: I never worry about whether I’m going to get a fair shake from the people who work here. We get great performance out of people.

E allora pronti ad allestire gli oramai obsoleti armadietti in piccole stanze per la siesta, arredate con una chaise long ergonomica, muri dipinti in bianco e la possibilità di chiudersi solo dall’interno (!!!).

Effettivamente quella di Stan Richards non costituisce una grossa novità considerato che nei paesi a forte cultura spagnola la siesta è oramai “legalizzata” da tempo. L’unica cosa che il nostro buon Richards dovrebbe chiedersi è quanto i suoi clienti (fra i più importanti contiamo Bridgestone, Games Stop e Fruit of the Loom) tutti di estrazione anglosassone possano apprezzare l’idea della siesta pomeridiana. Ma questo non sta a noi deciderlo.

Piuttosto sarei curioso di sapere cosa ne pensano i nostri ninja-dirigenti!