Il primo flash mob ad alta quota in Italia: sul volo Roma-Milano cantano gli angeli!

Che il 12/12/2012 ci porti gli angeli e non gli alieni?

Giovanna Napolano

Marketing Manager

    Il 19 aprile quindici passeggeri, vestiti completamente di bianco, hanno iniziato a cantare a cappella realizzando il primo “plane-mob” in Italia.

    Pareva un volo come tanti, un monotono Martedì mattina su una delle tratte aeree più battute dai lavoratori Italiani: Roma-Milano. Ma la monotona tratta è stata interrotta da uno spettacolo canoro ad alta quota e così, passeggeri e hostess, sono diventati spettatori di una performance senza precedenti a 30.000 piedi dal suolo.

    Circa quindici persone tutte vestite di bianco, hanno iniziato a cantare a cappella un medley di canzoni, coinvolgendo gli ignari “spettatori” in uno show davvero inusuale. Da “Mercy” di Duffy a “Sweet Dreams” di Annie Lennox a “Like a Prayer” di Madonna fino a “Somebody to love” dei Queen… Tutti i presenti sono rimasti a bocca aperta e forse anche un po’ disorientati.

    Sono stati in molti a pensare che si trattasse di un gruppo vocale in tournèe, che si esibiva semplicemente per divertimento.
    Altri hanno addirittura pensato che si trattasse di un’iniziativa promossa dalla compagnia aerea per allietare il volo.

    Intanto il video dell’attacco canoro, viaggia veloce sul web e i più attenti osservatori hanno trovato delle assonanze con un altro video girato in rete, che aveva destato l’attenzione di molti appassionati di cinema e serie tv. Una sorta di trailer misterioso che aveva fatto impazzire gli appassionati di cinema e serie tv alla ricerca di indizi.

    Si tratta ovviamente di una campagna di comunicazione virale, ancora in fase “Teaser”, che presto verrà svelata. Ma intanto, abbiamo voluto indagare per capire meglio di cosa si trattasse.

    Negli ultimi secondi del filmato compare un logo con delle Ali, e poi la scritta “Paradiso”.
Collegare questi indizi al marchio di acqua del gruppo Gabeca è molto facile: Acqua Paradiso!

    E come ogni campagna che si rispetti, doveva esserci lo zampino di esperti del settore. In questo caso, si tratta ancora una volta della Spencer & Lewis, agenzia di comunicazione ed eventi che, insieme all’agenzia pubblicitaria HcO di Brescia, ha pensato, progettato ed ideato questa campagna di successo.

    Parliamo di successo perché il video del plane mob ha raggiunto dopo soli due giorni di esposizione oltre 30 mila visualizzazioni, circa 150 articoli sul web, servizi televisivi e radiofonici e un vero e proprio tam tam mediatico che ha mobilitato il popolo digitale.

    Forza dell’iniziativa è stata sicuramente la novità, ma anche il mistero creato attorno alla campagna che non è stata ancora svelata in via ufficiale, ma presto lo sarà. Il colore bianco che ritorna, musiche scelte con cura e immagini di ali in molti particolari dei filmati.

    Tutto lascia pensare ad ‘angeli’ in arrivo sulla terra, compresa la scritta finale: “Paradiso”. Ma cosa dovranno fare gli Angeli di Acqua Paradiso?
    Dalle nostre informazioni, sappiamo che il segreto sarà svelato il 21 maggio, a Roma. La zona, riferisce chi conosce bene i ragazzi vestiti di bianco, è Castel Sant’Angelo.

    Il programma, legato anche a iniziative sociali, tutto da scoprire. Ed è già attivo su Facebook un canale di reclutamento di angeli per quello che viene annunciato come il “flash mob più angelico” della terra. Ancora canto? Ballo? Miracoli? Questo non lo sappiamo ancora, ma il miracolo più grande è stato già fatto. Una semplice acqua minerale ha catalizzato l’attenzione di migliaia di persone

    Il primo video recitava la frase: “Stanno tornando”. Quello del plane-mob:“Sono arrivati”.Tutto lascia pensare ad “angeli” in arrivo sulla terra, compresa la scritta finale: “Paradiso”.

    Quale sarà il messaggio che porteranno?

    Siamo sicuri che lo scopriremo molto presto!

    Scritto da

    Giovanna Napolano

    Marketing Manager

    Giovanna Napolano nasce a Napoli nel 1988 e si laurea in Scienze della comunicazione con una tesi in marketing.A diciotto anni scopre tra i banchi di scuola la materia che ... continua

      Condividi questo articolo


      Segui Kiyoshi .

      Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it