Si chiama "Merde" ed è il primo cortometraggio animato italiano in licenza copyleft [Case Study]

Cosa significa rilasciare un lavoro professionale in copyleft? L'era digitale libera la cultura?

Merda. Si dice che calpestarla porti fortuna. E ai protagonisti di questa storia in effetti accade proprio qualcosa di magico, qualcosa di inaspettato.

Stiamo parlando del cortometraggio “Merde“, presentato ufficialmente a Torino Comics il 10 aprile 2011. Tratto dalla storia omonima creata da Gud – ovvero Daniele Bonomo –  nel 2006, durante la 24hic e successivamente pubblicata nel volume Gentes (2007), edito da Tunuè.

Una storia originale per un progetto originale: il primo Copyleft di questo tipo in Italia, nato dalla collaborazione di Scuola Internazionale di Comics, Wikimedia Italia, Tunuè, Gente di Cartoonia e Raggi Fotonici.

Ma cosa vuol dire cortometraggio in licenza libera? Per questo prodotto è stato scelto di utilizzare una licenza in Creative Commons By-Nc-Nd , cioè è stato rilasciato permettendo legalmente ad ogni fruitore di guardare, scaricare e cedere a terzi il video, a patto di non modificarlo e non ricavarne denaro.

La scelta di questa licenza per la libera fruizione e la libera divulgazione di opere creative fa riflettere sulle opportunità culturali offerte dal mondo digitale. Le nostre idee e messaggi hanno la possibilità di raggiungere il maggior numero di persone possibili valorizzando gli strumenti di libera condivisione e diffusione.

E adesso siete forse curiosi dei vedere “Merde”? Eccolo qui!

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?