Dylan Dog: dal fumetto #epic al film #fail? [CASE STUDY]

Quanto è difficile fare un buon film che è un adattamento di un fumetto di culto in grado di soddisfare sia il grande pubblico che le aspettative degli appassionati di genere?

Dylan Dog: dal fumetto (#epic) al film (#fail)?

Il fumetto di Dylan Dog è diventato un film grazie ad una produzione americana, con il titolo originale “Dylan Dog – Dead of Night” (link), regia di Kevin Munroe e con Brandon Ruth nei panni del protagonista.

Un film hollywoodiano tratto da una serie a fumetti italiana è un evento, ma le differenze culturali tra lo sguardo italiano a questo fumetto e quello americano sono enormi.

La casa produttrice Hyde Park Films già nel 2009 aveva organizzato per i bloggers americani un’esclusiva prima del film a Los Angeles.
Gli invitati assistettero ad una primissima versione del lungometraggio ancora privo di gran parte della lavorazione in CGI. Le reazioni furono molto positive, e la scelta di far visionare la pellicola ai bloggers ancor prima che alle case di distribuzione aveva fatto notizia.

In Italia abbiamo visto il primo teaser trailer di 2:50 al Giffoni Film Festival (il Festival del cinema dei Ragazzi e della Gioventù) nel luglio 2010 e poi un’anteprima al Festival Internazionale del Film di Roma a novembre 2010.

Chiara già da queste prime visioni la strategia promozionale sul film, in Italia distribuito da Moviemax, che puntava su un’immaginario collettivo molto più vasto di quello originale su cui si basa il fumetto, con l’intenzione di coinvolgere anche chi non avesse letto neanche un albo: ecco quindi combattimenti tra zombie e vampiri da horror-action movie, l’attenzione del marketing verso un target giovane e maschile e la partnership con GameStop Italia.

Uscito in tutte le sale il 16 marzo 2011, Dylan Dog – “Il Film” (questo il titolo italiano), ha raggiunto un incasso di 790.282€ nel suo primo week end d’uscita, collocandosi al quarto posto in classifica.

Ma la reazione del pubblico italiano non si è fatta attendere. Il film non è riuscito a soddisfare le aspettative di un pubblico che cercava il proprio mito (basta dare un’occhiata ai commenti apparsi sulle Fanpage Facebook dedicate a Dylan Dog) e neanche i favori della critica.

Ben 25 anni di uscite settimanali di questo fumetto, tra i primi venduti in italia, hanno sedimentato nei cuori dei fan italiani il personaggio di Dylan Dog, l’indagatore dell’incubo, creato da Tiziano Sclavi.

Dylan Dog è l’antieroe avvolto in un’aura di fascino disincantato, che vive tra i misteri più cupi dell’anima e un’ironia tipica dello humor inglese. Non ritrovare i riferimenti chiave della personalità e della vita di Dylan Dog in questo film, o peggio trovarli stravolti, come hanno sottolineato molti critici, ha suscitato una forte delusione.

E’ però fissata al 29 aprile 2011 la data di uscita in America, sarà forse un successo targato USA?

Dylan Dog: dal fumetto (#epic) al film (#fail)?

ARTICOLI CORRELATI

Top 10 fumetti e illustrazioni: i migliori creativi della settimana

Copertine illustrate dai grandi talenti del fumetto

Salerno COMICON, un nuovo appuntamento coi fumetti [EVENTO]

Ambient da paura per promuovere l’uscita di Dead Man Down [VIDEO]

Intervista a Makkox su Ladolescenza, il fumetto autoprodotto tra la carta e il web. [CASE STUDY]

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?

Commenta

Nessun commento

RSS feed dei commenti di questo post. TrackBack URI

Ci dispiace, i commenti sono chiusi per questo post.

adv
Corso Intensivo in Corporate Storytelling