Armatevi e partite: la spedizione delle idee sta per cominciare [EVENTO]

Partirà da Torino la spedizione che farà tappa in diverse città italiane per raccogliere le idee che cambieranno l'Italia: la partecipazione è libera, anzi consigliata.

Armatevi e Partite. La_spedizione delle idee sta per cominicareParte il 18 marzo a Torino il Tour dei Mille.Cercasi nuovi 1000 per memorabile impresa.
Prevista adeguata ricompensa.
Solo innovatori veri.
No apatici, vittimisti o perditempo.
Per partecipare, iscrivi il tuo progetto di ricerca o impresa su workingcapital.telecomitalia.it inserendolo in uno dei seguenti campi: Internet, Social Innovation, Green o Bio/Nanotecnologie.
Se in mille hanno fatto l’Italia, in mille possono rilanciarla!!!!

La spedizione dei nuovi mille partirà da Torino il 18 marzo, il giorno dopo l’inaugurazione di Stazione Futuro-Qui si rifà l’Italia che sarà aperta dal rapporto del Censis sull’Italia del 2020.
Il concorso si concluderà a novembre, con la nascita del parlamento degli innovatori a Torino e la mostra Stazione Futuro alle Officine Grandi Riparazioni.
A guidare la spedizione, chiamata a fare da testimonial con una camicia rossa rispolverata e rifatta per l’occasione, Linnea Passaler, neo-imprenditrice e fondatrice di Pazienti.org , social network della sanità.
Insieme con Working Capital di Telecom Italia e PNI Premio Nazionale Innovazione, la tua idea può rifare l’Italia.


Alcune informazioni interessanti:

Chi può partecipare?

Chiunque. Servono solo una buona idea e un progetto valido. Al concorso parteciperanno anche i concorrenti delle Start Cup, le competizioni regionali organizzate da PNICube. In particolare, è un’occasione per studenti, ricercatori e giovani imprenditori.

In che settori si può competere?

Quattro le aree tematiche: Internet, Web 2.0 e Ict; tecnologie ecosostenibili; bio-lifecare e nanotecnologie; iniziative di innovazione sociale.
Due le modalità: Grant, per chi ha solo l’idea, e Seed, per start up o spin off già costituiti on in fase di costituzione.

Si paga?

No, la partecipazione è gratuita. Come si partecipa?

  • Ci si registra sul sito Working Capital di Telecom,
  • si scarica il il kit con le istruzioni
  • si compila la domanda con il proprio progetto di ricerca o di impresa
  • si carica on line la domanda nell’area My Working Capital

Una volta iscritti, si entra a fare parte di un social network di innovatori.

Cosa si vince?

I primi classificati di ogni sezione portano a casa 100mila euro.
Sono previsti diversi premi fra cui contratti di pre-incubazione (consentono alla start up una fase di test per perfezionare il proprio business plan) e incubazione (offrono competenze e validazione da parte di esperti), contratti di ricerca e di investimento (per chi è già pronto a partire).
Inoltre il fondo d’investimento Quantica assegnerà un milione di euro al progetto più interessante.
In totale sono i palio tre milioni di euro.

Ok, ho l’idea, ho vinto, ma poi come faccio a mettere su un’azienda?

dPixel, azienda che si occupa di identificare, valutare, creare e gestire opportunità di seed stage investment in innovazione e new media, assisterà le start up selezionate durante tutto il processo.

È un tour virtuale o reale?

Si fa tutto online, ma ci sono anche delle tappe fisiche in cui i componenti della nuova community si possono incontrare. Le tappe sono Torino, Palermo, Napoli, Firenze, Trieste, Milano e di nuovo Torino, dove sarà messa in mostra la nuova Italia pensata dai mille innovatori.

E chi tutela la mia idea?

Tutti i partner del progetto si impegnano a non divulgare i progetti ricevuti e a non acquisire alcun diritto di proprietà intellettuale su alcuno di essi. La proprietà intellettuale delle idee rimane dei concorrenti.
“ Non è il momento di celebrare i 150 anni d’Italia, ma è quello di rimboccarsi le mani e fare qualcosa di diverso”. Così Franco Bernabè, ad di Telecom, che all’interno di Stazione Futuro presenterà nuove tecnologie legate alla domotica.

Tutto chiaro? Bene!
Perchè “ Non è il momento di celebrare i 150 anni d’Italia, ma è quello di rimboccarsi le mani e fare qualcosa di diverso” (Franco Bernabè).

VUOI APPROFONDIRE L'ARGOMENTO?