Realtà aumentata: the next big thing?

Lo ripetiamo da un po’, ne abbiamo avuto la conferma anche nel nostro ultimo corso nell’Academy: la realtà aumentata è uno dei trend che va per la maggiore. Il 2010 per emergere, il 2011 per sfondare definitivamente? La domanda potrebbe essere quella da un milione di dollari. Un articolo potrebbe suggerirci la risposta, come sempre con dei numeri che ci vengono in aiuto.

Una ricerca ABI (New York) prevede che il mercato della realtà aumentata tocchi i 350 milioni di dollari nel 2014.

Samsung ha usato Layar (browser per l’AR) come caratteristica principale per molte sue pubblicità del Galaxy S. Compagnie come Adobe, Apple, Google, Intel, Nokia, Qualcomm e la stessa Samsung credono nell’augmented reality e stanno sviluppando strategie basate su questa tecnologia. Alla fine del 2010 Intel ha investito su Layar circa 13 milioni di dollari.

Gli analisti che si occupano di tecnologia in Forrester vedono nell’AR un potenziale talmente forte che la porterà a cambiare il modo di comportarsi delle persone. Vi chiederete, e come?

Per esempio un’applicazione ci viene da Ikea: la casa svedese ha sviluppato un’app che permette ai clienti di trasportare un elemento di arredo dal catalogo all’interno della propria abitazione.
Ma volete qualche altro esempio? Eccoli qui:

ARDefender, il primo Augmented reality game

Per il lancio di “Iron Man 2”: occhiali Howard Starkaumentati

Dr. Jekyll e Mr. Hyde Book

L’italianissimo progetto REFF, Roma Europa Fake Factory (di cui vi avevamo parlato in questo post)

Mercedes e la realtà aumentata

E gli esempi possono continuare, in vari settori ed ambiti. Non siete ancora convinti della potenza dell’AR?

Link utili per approfondire:

Ismar (appuntamento di maggior importanza al mondo per quanto riguarda Mixed e Augmented Reality)

Iar (l’evento italiano sulla realtà aumentata)

Layar

JoinPad