Social Media e Mobile Marketing: il ninja candy di Paolo Simonetta #Ninjacademy

Manca davvero pochissimo al primo corso di specializzazione in Social Media & Mobile Marketing powered by Ninja Academy, che si svolgerà il 21 e 22 gennaioMilano! Come sapete il corso sarà tenuto da tre Ninja Master d’eccezione: Mauro Rubin (CEO di Joinpad), Simone Tornabene (CMO di Viralbeat) e Alex Giordano (Strategic Planner di Ninja LAB).

Oggi è l’ultimo giorno sia per partecipare al Ninja Candy e vincere un ingresso gratuito che per iscrivervi con lo sconto dell’early booking!

A proposito di Ninja Candy, la recensione più bella/interessante/creativa vincerà un ingresso gratuito al Corso, ma tutte verranno pubblicate nella home page di Ninja Marketing e nella sezione Mobile di Ninja Marketing.

Ecco la candidatura che Paolo Simonetta ci ha inviato nella pagina fan di Ninja Academy su Facebook!

Come mi sono convertito all’Iphonoteismo senza accorgermene

Alla base di tutte le religioni esiste una fase di incubazione, che molto spesso passa attraverso un percorso di patimento fisico. Al termine di una lunga e tortuosa via di dolore, il soggetto giunge alle nuove conoscenze. Esattamente così, dopo l’acquisto del mio Iphone è iniziata la mia strada di sintomi.
Un percorso che, applicazione dopo applicazione, mi ha svelato la verità dell’Iphonotesimo.

Ecco il mio calvario in 5 rigorosi punti:

Stadio 1: Diminuzione della capacità di concentrazione
Inizi a leggere le news da Safari, a smanettare con Skype e gestire il tuo Calendario. Fin qui sei ancora a posto. Poi un giorno scopri che la tua concentrazione su Angry Birds non ti permette di sentire i rumori esterni. Al lavoro ti è sembrato di vedere un collega vestito come il protagonista di Assassins Creed: il percorso è iniziato

Stadio 2: Difficoltà di deambulazione
“Ti muovi che facciamo tardi per il teatro!”. La tua ragazza inizia ad avere qualche sospetto perchè mentre camminate insieme fai passare ogni volta due rossi prima di attraversare: devi controllare le notifiche di Facebook. Da un incrocio all’altro potrebbe esserci qualcosa di importante. Pensi che sia il peggio? Aspetta di arrivare al punto in cui controlli su Fuorsquare se puoi diventare Mayor di un semaforo.

Stadio 3: Disfasia linguistica
“Ti ho uozzappato il retweet che ho letto su Osfoora. Forse il DevTeam fa uscire il jail a breve. Controllo su Hootsuite e questa volta spero sia untethered. Non so se ho l’ecid ma confido in Cydia. Stasera metto su IBlacklist e mi trovi solo su IM+”
Hai capito tutto? Se sì sei spacciato.

Stadio 4: Allucinazioni
Sei alla frutta. Non riesci più nemmeno a stare a cena con gli amici. Ti hanno sorpreso più volte a fotografare i cibi prima di mangiarli. Blateri qualcosa su Foodspotting, e vedi volti che ti compatiscono. Quando guardi le nuvole ci vedi le icone delle applicazioni. In questo esatto istante fuori dalla tua finestra sta passando una nuvoletta che sembra proprio il logo di Gowalla.

Stadio 5: Elaborazione della religione
In auto segui il navigatore al posto che guardare la strada, anche se la conosci. Perchè è lui che fa la strada. Non si limita a indirizzarti. Se anche ti costringe a tagliare per un campo di patate non hai nulla da obiettare. Anzi, magari ti ha aumentato il punteggio di Waze. I ristoranti? Nascono su Tripadvisor. Gli orari delle ferrovie? Li fa ProntoTreno. La tv? Una replica di YouTube.
Quando anche le cartoline postali le mandi dal tuo Iphone ci sei! Non ti devi più nascondere, puoi rivelare al mondo la tua illuminazione.
L’Iphone non è un mezzo, ma è la sorgente della conoscenza.
Hai un’unica speranza: il corso della Ninja Academy. O ti salva o fai adepti.

***

In bocca al lupo Paolo! 😉
{noadsense}