Le migliori Apps per i tuoi Documenti su Android [NINJA APPS]

La settimana scorsa vi avevamo parlato qui di alcune applicazioni di base per il vostro Android. Proseguiamo ora il nostro sentiero, seguendo anche i consigli dei nostri lettori che nei commenti al nostro primo post chiedeva di dare un occhio alle applicazioni di modifica e visualizzazione documenti.

Un terreno ancora da sviluppare

La gestione dei documenti attraverso i dispositivi mobile è  una possibilità affascinante quanto attualmente problematica.  La visualizzazione di documenti come Pdf, documenti di word o presentazioni power point, è garantita sui sistemi Android grazie ad un buon numero di applicazioni gratuite, tra le quali anche Acrobat Reader, se volete dare una veloce occhiata ai vostri files prima di un occasione importante, non avrete alcun problema.

Dove iniziano i problemi

Mentre visualizzate i vostri files, vi accorgete che è necessario fare una modifica dell’ultimo momento, e qui, iniziano i problemi. La modifica dei documenti attraverso Android infatti è tutt’altro che una cosa semplice, che diventa impossibile se non volete spendere nemmeno un euro. Strano a dirsi, infatti, al momento in cui scrivo non ci sono applicazioni gratuite che consentono la modifica di documenti della suite Office (.doc /.excel /.ppt)  o di altro tipo, dunque siamo costretti ad aprire il portafoglio se vogliamo avere la possibilità di intervenire direttamente dal nostro device sui documenti.

ThinkFree Office

Mentre la versione Lite vi permetterà solo di visualizzare i vostri documenti, per 11 euro avrete sul vostro Android una suite completa per la modifica e la creazione di documenti o spreadsheet. L’applicazione si integrerà con il sistema e, ogni volta che starete per aprire un documento, potrete decidere se usare ThinkFree Office. L’app agisce sia come visualizzatore sia come editor, secondo le vostre esigenze e non richiede connessione alla rete. Con l’acquisto dell’app avremo inoltre, dopo la registrazione dei nostri dati sull’apposito sito, uno spazio di 1gb per mettere al sicuro i nostri documenti. Siamo davanti ad un buon programma, che comunque presenta qualche difetto. Su un Samsung Galaxy S, Think Free office nelle operazioni di modifica dei documenti più estesi, diventa abbastanza lento, bisogna anche notare che la modalità di inserimento dei dati nei documenti è macchinosa, vi richiederà parecchi touch per portare a termine le modifiche. Qui trovate il sito ufficiale e la possibilità di scaricare l’app.

L’alternativa free: google docs

Per non spendere nemmeno un euro, possiamo affidarci a Google docs, recentemente aggiornato per funzionare anche sui dispositivi mobile. Questa funzione di google consente la modifica di tutti i documenti convertiti nel formato nativo di gdocs e la creazione di nuovi documenti o spreadsheet. Renderà inoltre possibile scaricare sul vostro Android i file caricati dal pc, rendendo dunque attiva la funzione di storage anche per il mobile. La caratteristica interessante del sistema di google, è la gestione di ogni singola riga di testo come elemento a se stante, come ben mostra il video di presentazione. L’idea è particolarmente funzionale in quanto non rallenta il sistema, permettendo comunque di modificare i documenti in modo veloce. Per accedere a Google Docs mobile sarà sufficiente puntare il browser del vostro Android sul portale principale del motore di ricerca.

Anche google docs non è privo di difetti

Nonostante tutto, gdocs mobile ha ancora alcuni difetti. Attraverso Android infatti non è possibile convertire i file precaricati nel formato di google l’unico modificabile, cosa che rende i file non google solo visualizzabili (dunque i file .doc rimangono inespugnabili). La mancanza più fastidiosa è la possibilità di scaricare sul proprio telefono i file in formato nativo di google, insieme all’obbligo di essere agganciati ad una connessione internet per usufruire del servizio, non vi sono infatti app scaricabili di google documents.

Android non è ancora pronto

Allo stato attuale, possiamo senza dubbio dire che le applicazioni mobile non sono ancora complete rispetto a tutte le esigenze che possono riguardare documenti, presentazioni e spreadsheet. Il robottino verde non è ancora completo in questo campo, ma può comunque dire la sua in casi di emergenza.  Come sappiamo però, Android è sempre in evoluzione e noi staremo molto attenti a cogliere per primi ogni novità.

Anche questo sentiero si è concluso, aspettiamo i vostri consigli per i prossimi da seguire insieme e ringraziamo i nostri lettori  per questo suggerimento!