Università all'asta su eBay: la protesta di Social Guerrilla contro la riforma Gelmini corre sul web!

Silvia Carbone
Silvia Carbone

Marketing Manager @ Ninja Academy

L’università è una merce? E allora perché non metterla in vendita, magari all’asta su Ebay? Questa la provocazione contro il DdL Gelmini sull’università organizzata dai docenti e dagli studenti della facoltà di Architettura dell’Università di Alghero.

Un’università non dovrebbe mai essere classificata in serie A e serie B o C, ma tutti dovrebbero avere garantito il diritto a compiere degli studi di qualità.
Oggi il DdL Gelmini sull’università ci fa scoprire di essere una MERCE.
Se questa è la realtà, se questo vuole davvero l’Italia, se proprio siamo una merce, allora preferiamo venderci da soli prima che qualcun altro ci svenda.

Doveva concludersi martedì 7 dicembre l’asta ebay che metteva in vendita la Facoltà di Architettura di Alghero.

La base d’asta partiva da 5 euro e in pochi giorni l’inserzione aveva ottenuto 103 offerte, facendo salire il prezzo a oltre diecimila euro.

“Siamo lusingati – dicono ora dall’assemblea in modo ironico – e insieme un po’ amareggiati dal fatto che per farsi sentire, se si è piccoli come noi, bisogna ricorrere alle provocazioni. La nostra facoltà ha appena dieci anni, ma per due volte ha conquistato il primo posto nella classifica dei migliori atenei fatta dal Censis. Poiché siamo ad Alghero rischiavamo di restare esclusi dalle manifestazioni di Sassari e allora abbiamo pensato di farci sentire in modo inusuale”.

[…]

“La nostra protesta vuole proprio sottolineare che esistono realtà periferiche che fanno fatica ad andare avanti, ma non per questo non lavorano e non producono eccellenze – dicono dall’assemblea – La riforma divaricherà ancora di più la forbice tra chi ha di più e chi ha di meno. In linea di principio non saremmo contrari alla creazione di pochi, grandi poli universitari, ma soltanto se venisse assicurato a tutti gli studenti il diritto, attraverso borse di studio e agevolazioni, di poter frequentare”.

[Fonte Repubblica.it]

Le offerte devono essere poi state annullata, infatti come si legge nella “descrizione dell’oggetto” riaprirà oggi, giovedì 9 dicembre, questa volta con offerte a partire da 0,99 euro.

{noadsense}