Ninja Marketing si apre al diritto digitale, una nuova rubrica per i Guerrieri della comunicazione

Qualche giorno fa commentavo insieme a Mirko-Kiko Hattori Hanzo una serie di casi recenti che hanno creato più di qualche problema ‘giuridico’, anche a note aziende, spesso non totalmente preparate alle novità del mondo online.

Pensavamo alle vicende che hanno visto Mediaset contrapposta a Youtube per violazione dei diritti connessi, alle quotidiane azioni intentate da e contro Apple, Nokia, Samsung; ma anche a casi clamorosi come la vicenda The Pirate Bay, o alla gestione della privacy online e alla tutela delle proprie opere.

Le differenze tra mondo online e offline, infatti, sono tante e rendono necessario un diverso approccio; diversi sono gli strumenti e diverse molte delle problematiche che possono presentarsi.

Lo vediamo ogni giorno. cosa accade: il mondo politico e il Legislatore, nelle sue molteplici forme,  faticano a star dietro ai cambiamenti repentini che le nuove tecnologie e il web portano anche nel mondo reale, con continue osmosi,  e sembrano spesso non avere, essi stessi, gli strumenti adatti per interpretarlo e per decodificarlo nel migliore dei modi.

Assistiamo, così, a fenomeni di iperproduzione normativa, a normative a volte confliggenti le une con le altre, a disegni e proposte di legge spesso totalmente anacronistici rispetto alla realtà che vorrebbero regolare, a sentenze inaspettate.

Nella maggior parte dei casi si tratta, semplicemente, di modalità inadatte a regolare determinati fenomeni.

Da qui è nata l’idea di questa nuova rubrica, Diritti Digitali, che, senza avere la presunzione di porre un punto definitivo su argomenti e questioni che, per forza di cose, sono in continua evoluzione, cercherà, partendo da notizie e fatti di attualità, di far luce su alcuni fenomeni giuridici che riguardano il web e le nuove tecnologie: dalle forme di tutela in rete, al diritto d’autore; dall’audiovisivo online, alla pubblicità nelle sue svariate forme; dalla gestione della privacy, all’applicazione delle licenze ‘open’.

L’idea è proprio quella di provare a capirne i meccanismi giuridici alla base e commentarli con voi.

La nostra speranza è che una maggiore conoscenza di tali meccanismi possa non soltanto accrescere la consapevolezza di tutti noi che il web lo usiamo costantemente, per lavoro o per diletto, ma possa aiutarci anche a scegliere consapevolmente, nel lavoro e nella vita quotidiana.

Spesso, infatti,   un problema non ha una e una sola soluzione, ma quasi sempre le alternative ci sono, anche se non sono note.

In pieno spirito collaborativo, se vorrete segnalarmi argomenti o questioni che vi piacerebbe fossero trattati in questa rubrica, scrivetemi a: morena(at)ninjamarketing(dot)it

A lunedi!

ARTICOLI CORRELATI

UPDATE – AGCOM, il diritto d’autore e la pirateria online: aperta la consultazione pubblica!

Se anche Disney inciampa sulla privacy online [PRIVACY]

Milano, 28-29 giugno: Corso in Aula in “Digital PR & Brand Reputation Management”

Hai violato il diritto d’autore? ci pensa AGCOM!

A Montecitorio si parla di copyright e tutela dei diritti fondamentali sulla Internet [EVENTO]

Commenta

  • Pingback: Tweets that mention Ninja Marketing si apre al diritto digitale, una nuova rubrica per i Guerrieri della comunicazione | Marketing Non Convenzionale - Ninja Marketing -- Topsy.com

  • http://twitter.com/Spadak81 Marco Spadafora

    Ciao Kinetic-kindred, ciao a tutti i NInja, ottima iniziativa!
    Proprio nel mese ho partecipato ad un corso sui diritti digitali. Il tema è davvero vastissimo…
    Io vi consiglio di curare soprattutto l’aspetto relativo al crowdsourcing che a mio avviso rivoluziona il concetto classico del brevetto e della proprietà intellettuale. L’opinione che mi sono fatto è che sarà la solita battaglia tra mondo tradizionale e mondo “open” in cui il diritto d’autore – indipendentemente dalla principio corretto della tutela intellettuale – diventerà un semplice pretesto per gli operatori tradizionali per mantenere lo status quo senza aprirsi veramente alle sfide tecnologiche e alla rivoluzione culturale che si pone davanti ai ns occhi.

  • Morena – Wiki Kinetic-Kindred

    Ciao Marco,
    interessante la tua proposta. Personalmente ho qualche dubbio (giuridico) sul crowdsourcing per le molte problematiche che lascia irrisolte rispetto alle norme vigenti. Ne parleremo sicuramente. Quello che definisci ‘mondo tradizionale’ effettivamente è molto lento ad adattarsi ai nuovi fenomeni, ma non è detto che non lo faccia. Ci vorrà tempo, come per tutto: anche senza considerare i nuovi fenomeni, il diritto d’autore già fatica ad adattarsi ad internet, che nuovo non è! noi, intanto, cerchiamo di capirne di più.
    Grazie, e continua a seguirci!

adv
Corso in Facebook Marketing