Giovani (non più) disposti a tutto, il mistero è stato svelato: la CGIL dietro la campagna!

Silvia Carbone
Silvia Carbone

Marketing Manager @ Ninja Academy

Il mistero di “Giovani (NON+) disposti a tutto” è stato svelato! La campagna di cui vi abbiamo parlato in questo post qualche giorno fa, come avevamo “pronosticato” sposando le tesi di Viralmente e Kawakumi, è stata realizzata dal più grande sindacato italiano: la CGIL!

A svelare il mistero durante la conferenza stampa organizzata questa mattina davanti a Palazzo Frizzoni è stata il nuovo segretario della Cgil, Susanna Camusso: “Oggi abbiamo deciso di svelarvi chi stava dietro alla campagna“, ha detto la Camusso presentandosi alla conferenza con uno sticker “NON+”.

La campagna, dal 30 ottobre ad oggi, ha registrato oltre 70 mila visite sul sito internet dell’iniziativa e quasi 6.000 fan su Facebook. [Fonte Repubblica.it]

Il reveal è adesso visibile anche sia nella home page del sito che nella fan page di Facebook dell’iniziativa:

Giovani non+ disposti a tutto è una campagna lanciata dai giovani della CGIL addosso a molti altri giovani e a tutti quelli che l’ hanno letta, notata.
E’ nata con una provocazione anonima. Bene, adesso non è più anonima. Ma rimane una provocazione, questo sì. Una denuncia per dare un nome alle cose. E la realtà dei giovani che cercano lavoro ha nomi molto precisi: umiliazione, sfruttamento, frustrazione, rabbia. Rabbia, ecco il punto. La campagna è stata pensata per appoggiarsi sulla rabbia che già esiste e costruire qualcosa. Insieme, perché ciascuno da solo non si salva. Per trasformare la rabbia in cose molto concrete. Cose migliori di quelle che vediamo e che viviamo.
Adesso la campagna deve farsi rete, deve diventare proposta e poi trasformarsi in azione. Si articolerà in nodi locali, aperti a tutti. Sarà uno spazio per riprendere la parola e farla sentire anche a chi non vorrebbe, per lanciare grandi richieste e grandi battaglie.
Stiamo già sostenendo alcune prime proposte. Facciamole diventare il punto di partenza di un progetto di azione e cambiamento. Il progetto di trasformazione della rabbia di tanti in tanti futuri migliori.

“Giovani (NON+) disposti a tutto” sarà lo slogan della manifestazione nazionale indetta per il 27 novembre a Roma!

Stay Tuned! 😉