Personal branding e YouTube: 5 esempi da cui imparare per trovare lavoro

YouTube, fondato nel 2005, è uno dei siti con il più interessante tasso di crescita. Attualmente è il terzo più consultato dopo Google e Facebook e viene impiegato anche per scopi meno “convenzionali” come la ricerca di lavoro.

Una tendenza che incuriosisce e che spinge tanti utenti a fare l’upload del proprio video-curriculum sulla piattaforma di streaming lasciando però sbalorditi gli altri che, invece, contestano a YouTube la mancanza di interazione face-to-face. In realtà la trasposizione video del proprio curriculum non è l’unica possibilità per cercare lavoro tramite YouTube: con una  buona dose di impegno e creatività si può sperimentare qualcosa di più originale ed anche i professionisti già affermati possono creare una immagine personale più efficace, interessante e in perfetto stile 2.0 dando così una svolta al tradizionale curriculum.

Ecco cinque esempi per un’innovativa operazione di personal branding:

Tom Ferry – “Io credo nella teoria del gratuito, perfetto, e ora”

Esperto training-coach del settore immobiliare, autore anche del best-seller Life! By design, Tom Ferry ha effettuato il suo primo upload su YouTube due anni fa e, da allora, con la sua filosofia basata su “pefetto: breve e facile” e sulla condivisione gratuita, una tattica che gli permette di dimostrare le sue capacità,  ha conquistato un pubblico sempre più vasto grazie ad un paio di interventi alla settimana ed un’ottima S.E.O strategy che gli hanno permesso di avere offerte di lavoro da tutte le parti del mondo.

Justin Bieber –  “Hail Mary” strategy

Justin Bieber ha solo 16 anni ed è un cantante pop e R&B che ha conquistato il cuore di migliaia di fan in tutto il mondo. Il segreto del suo successo?  Alcuni video home-made caricati su YouTube in cui Justin si cimenta con alcune canzoni. Così, click dopo click, i suoi videoclip sono diventati popolari ed il 16enne canadese è stato scoperto dal suo attuale manager Scooter Braun, ha incontrato il cantante Usher,  firmato un contratto con la casa discografica Island ed ha pubblicato il suo primo EP, My World, dopo che le sue canzoni One Time, One Less Lonely Girl, Love Me e Favorite Girl vevano conquistato la Top 40.

Anche se essere un ragazzino di bell’aspetto ed avere doti canore aiuta, questo esempio insegna che mettere in luce le proprie capacità, costruire una buona relazione ed interagire con con i propri fan/clienti è un buon modo per incrementare la propria credibilità e porre le basi per il proprio successo.

Feross AboukhadijehCrea e comunica senza metterci la faccia!

Se l’idea di farvi vedere in prima persona su YouTube desta qualche perplessità, l’esempio di Aboukhadijeh, studente di Stanford,testimonia come è possibile ottenere un (buon) lavoro anche non mettendo la propria faccia online. Poco tempo dopo il lancio di Google Instant, infatti, per scommessa con il compagno di stanza, Feross Aboukhadijeh realizzò la versione Instant di YouTube e pubblicò la sua invenzione proprio sulla piattaforma di video-streaming. L’offerta di lavoro dal CEO di YouTube, Chad Hurley, arrivò immediatamente tramite Twitter e oggi Feross, impiegato di YouTube, continua ad aggiungere nuove features al suo progetto iniziale.

Su Youtube, quindi, non c’è spazio solo per video personali, ma un progetto, un’idea, uno schizzo o il re-design di qualcosa può essere la chiave per ottenere visibilità ed essere notati da qualche azienda importante.

Brian Freedman – Quando un video su YouTube è più efficace del CV

C’è anche chi, invece, si sente più a proprio agio esponendo le proprie idee e presentandosi attraverso un video che sintetizzare tutto in un tradizionale curriculum vitae. Queso è il caso di Brian Freedman,  un 23enne americano che per rispondere ad un annuncio su iGrad, un sito di consulenza finanziaria per sudenti, ha preferito inviare un breve video seguendo le indicazioni riportate in una postilla piuttosto che inviare il suo CV.  ” Fare un video con YouTube è molto più efficace di un curriculum, dimostra fondamentalmente quello che si può fare, di cosa sei capace.” : infatti, il suo know-how sui temi della finanza e la capacità di stare davanti ad una telecamera hanno permesso a Freedman di ottenere l’impiego per iGrad che, però, ha interrotto per dedicarsi alla creazione di un proprio brand ed un canale che ha numerosi followers.

A volte, per citare il poeta Robert Frost, “la strada meno battuta è quella capace di fare la differenza“!

Dr.Pepper – VideoContest, Partecipa e vinci!

Tra le modalità meno tradizionali, poi, un modo per mettersi alla prova, anche con un certo spirito di competizione, è quello di prendere parte ai contest che vengono organizzati dai datori di lavoro per ricercare potenziali nuovi lavoratori.  Dr. Pepper ha collaborato con  Jon M. Chu, direttore di Step Up, per realizzare unYouTube Dance Contest finalizzato a trovare un nuovo ballerino per un video musicale della Ultra Records.

YouTube offre una sezione dedicata ai contest video, su diversi argomenti,  da monitorare constantemente per trovare l’opportunità più adatta alla propria expertise.

Inoltre, un’iniziativa tutta italiana e degna di nota è PitchCloud che permette di proporre la propria idea e dar vita ad una startup con un video di 60 secondi.

Trovato qui