Liste nozze online e matrimoni 2.0 – Intervista a Simona Spinola di Zankyou

Simona Spinola si occupa del mercato italiano per Zankyou, nome di riferimento nel mondo delle liste nozze online in tutta Europa. Oggi Zankyou offre i suoi servizi nei principali paesi europei in 6 lingue ed è stato eletto dalla rivista americana specializzata in web 2.0 Feedmyapp come uno tra i migliori 5 siti web mondiali (primo in Europa) impegnato nell’organizzazione di eventi.

Noi Ninja abbiamo intervistato Simona in esclusiva per voi, chiedendole di raccontarci bene di cosa si occupa Zankyou.

Ciao Simona! Per iniziare puoi spiegare brevemente ai nostri lettori com’è nato Zankyou e da quando è sbarcato anche in Italia?

Zankyou è nata nel 2007 dopo il matrimonio di uno dei suoi fondatori, che aveva constatato la mancanza di un servizio che venisse incontro alle esigenze sia delle coppie sia dei loro invitati internazionali. Fino ad allora non esisteva nessun servizio di questo tipo: le coppie si sposano sempre più tardi, spesso dopo un periodo di convivenza alle spalle, aumentano i matrimoni misti così come la diffusione di Internet presso usuari di ogni tipo. Zankyou ha deciso di rispondere alle necessità di chi è alle prese con l’organizzazione delle loro nozze, ponendo a loro servizio il meglio di Internet in modo semplice, utile e divertente.

Zankyou è ormai presente in tutta Europa: è nata a Madrid nel 2007, ed in Italia è approdata solo 5 mesi dopo la creazione dell’impresa, inizialmente come versione beta, ma da qualche mese vanta un servizio 100% italiano (attenzione telefonica al cliente, partners locali, etc.).

Quali sono i vantaggi di Zankyou rispetto ad una normale lista online?

La lista di nozze Zankyou permette alle coppie moderne di soddisfare i loro veri desideri, creando una lista che includa solo tutto ciò che davvero desiderano (tappe della luna di miele, concerti, eventi sportivi –i Mondiali si avvicinano :-), entrate per il teatro, etc..), ed allo stesso tempo permette di utilizzare le somme ricevute in totale libertà. In America ed Inghilterra questo modello è in voga già da tempo, ma Zankyou ha deciso di rinnovarlo, proponendo una forma economica di metterlo in atto, oltre al fatto di integrarlo con un sito web di nozze interamente personalizzabile e di facile uso per tutti.

Informazioni sull’evento, mappe, musica, note, consigli… Zankyou più che una semplice lista nozze sembra quasi un social network dedicato al matrimonio: pensi che possa essere una definizione corretta?

Assolutamente sì! L’obiettivo di Zankyou è proprio quello di permettere alle coppie di creare un social network privato ed esclusivo per gli sposi e i loro invitati. In questo modo, gli ospiti possono condividere con i futuri sposi musica, foto, video, oltre a lasciare messaggi, … Rispetto agli altri social networks, Zankyou è interamente incentrato sulle necessità di un matrimonio, a partire dagli strumenti messi a disposizione degli sposi, fino ad altri aspetti fondamentali, come la privacy.

Restando in tema di social media, offrite ai vostri utenti anche la possibilità di collegare in qualche modo il sito che creano ai propri social network attraverso applicazioni, widget o altri sistemi? Se no, state pensando di inserire una possibilità del genere?

Zankyou vuole essere una piattaforma completamente aperta: per questo, gli sposi possono inserire nel loro portale widgets ed applicazioni esterne. Nello stesso tempo, stiamo proponendo i diversi strumenti messi a disposizione da Zankyou in widgets per poter entrare in portali esterni, e venire così incontro alle esigenze di tutte le future coppie di sposi.

Come ha reagito il mercato dei matrimoni italiano? I nostri sposi sono pronti a digitalizzare la propria lista di nozze, o molti sono ancora legati alle abitudini tradizionali?

In Italia il settore dei matrimoni è molto consolidato e tradizionale, quasi saturo. Nonostante ciò, anzi forse proprio per queste ragioni, la necessità di avere maggiore libertà d’azione è molto elevata, e stiamo riscontrando un successo considerevole. Zankyou è un servizio perfetto per i diversi tipi di utenti.

Chiudiamo con un occhio al futuro: prevedete, anche non a breve, di estendere il vostro sistema anche ad altri tipi di eventi che non siano il matrimonio? Se si, a cosa state pensando di preciso?

L’obiettivo è quello di convertire Zankyou nella marca di riferimento a livello mondiale nel settore del matrimonio. Ciò non esclude che potremmo lanciare una versione più mirata per altri ambiti. Per il momento, però, non abbiamo tempo nemmeno di pensare ad una cosa del genere…! Ci stiamo dedicando al settore nozze al 200% !

Grazie mille a Simona per la sua gentilezza e disponibilità!