La libertà della Rete va difesa: siamo tutti Free As The Web!

Come vi avevamo anticipato qualche giorno fa è stato presentato venerdì a Milano il progetto “Free As The Web, per una rete libera e neutrale”, promosso da RENA (Rete per l’Eccellenza Nazionale), associazione indipendente di giovani italiani che lavorano in Italia e all’estero e che si adopera per sviluppare pratiche di eccellenza nel nostro Paese. I quattro principi guida di RENA, apertura, responsabilità, trasparenza ed equilibrio saranno la bussola anche della campagna per la libertà della Rete.

Free as The Web è una campagna di cittadinanza attiva che si propone di partire dal sito/osservatorio www.freeastheweb.org, arena virtuale in cui approfondire i temi della libertà e neutralità della rete, per realizzare diverse attività di comunicazione e divulgazione, tra le quali la realizzazione di un grande monumento permanente per la libertà di Internet. La campagna di sensibilizzazione ha già raccolto adesioni da aziende come Google Italia, istituti giuridici come Labsus e il patrocinio dell’Accademia di Brera di Milano.

Il concept di Free As The Web è stato presentato allo spazio The Hub – in occasione dell’evento Butterfly Web dall’ideatore della campagna, il Maestro Ninja Mirko Pallera: si tratta di una rivendicazione della libertà di ognuno che diventa un appello comune per la difesa delle libertà della Rete. Il logo, che ricorda il tasto di accensione (o di spegnimento) di un apparato tecnologico, è stato realizzato dai creativi del Ninja LAB Luca Magnoni e Fabrizio Loveri e simboleggia le potenzialità offerte da Internet e la possibilità che è nelle nostre mani di continuare ad utilizzare tali potenzialità o di limitarle attraverso politiche restrittive o censorie.

“Tra gli obiettivi più ambiziosi e di grande rilevanza simbolica del nostro progetto c’è quello di realizzare in Italia un grande monumento per la libertà della Rete, una “Statua della Libertà di Internet” – spiega Mirko Pallera – Intorno a questa e ad altre idee stiamo calamitando l’entusiasmo e raccogliendo adesioni e contributi da istituzioni e da aziende. Quella di Free As The Web è una campagna di cittadinanza che vuole sensibilizzare la gente comune su  alcuni diritti fondamentali che vanno tutelati: chi ha a cuore come noi la libertà di Internet può da oggi aiutarci a difenderla”.

Free As The Web nasce in un Paese come il nostro dove troppo spesso Internet è oggetto di cattiva informazione e di campagne populistiche, dove la Rete è spesso tollerata ma non compresa. L’idea è quindi quella di un dibattito aperto e consapevole che parta da domande come:

Quali sono i confini della Libertà in Rete?

Cosa significa e come va declinata la neutralità della Rete?

E ancora, più concretamente, chi è responsabile del contenuto di un video caricato sul web: chi lo gira, chi lo carica, chi lo pubblica o chi lo diffonde?

Internet è più simile alla tv o a una piazza cittadina?

La banda larga è un diritto?

Se volete provare a rispondere, o semplicemente vi state interrogando su quale sia il confine fra libertà on-line e regolamentazione, il posto giusto è Free As The Web!