CrimsonFox: caccia al tesoro tra ARG e realtà aumentata

Ultimamente gli ARG (Alternate Reality Game) sembrano funzionare piuttosto bene come metodo promozionale e, soprattutto, come miniera di possibilità per gli sviluppatori di applicazioni per Smartphone.

CrimsonFox, ad esempio, si basa su un’applicazione per iPhone e nasce, in origine, come spin-off di un progetto promosso dal Ministero per l’Economia, il Commercio e l’Industria giapponese.

Nel distretto di Shibuya a Tokyo, infatti, i giocatori si trasformano in investigatori sulle tracce di una misteriosa società segreta, la Moonlights. Usando l’applicazione Shibuya scanner, e grazie a geotagging e GPS è possibile scansionare la realtà intorno ai giocatori per localizzare gli indizi e raccoglierli. Il tutto favorito dal diffondersi della realtà aumentata.

L’idea, di Ubiquitous Entertainment, è un altro (divertente) esempio della capacità di modificare gli spazi vivendoli come gioco e delle potenzialità dei locative media.

Visto qui.