Nominati dai Webby e dai Ninja gli 11 eventi web che hanno cambiato il mondo

Silvia Carbone
Silvia Carbone

Marketing Manager @ Ninja Academy

I 10 EVENTI WEB CHE HANNO CAMBIATO IL MONDO 1In occasione della 14esima edizione dei Webby Awards, lo IADAS – Accademia Internazionale di Scienze e Arti Digitali di New York, che dal 1996 premia i migliori siti, e Ninja Marketing, ambasciatori italiani del premio, hanno assegnato i webby awards agli 11 eventi più importanti di Internet nell’ultimo decennio.

Secondo David-Michel Davies, direttore esecutivo Webby Awards, “Internet è la storia del decennio perché è stato il catalizzatore del cambiamento, non sono sotto l’aspetto della nostra vita quotidiana, ma di ogni cosa dal commercio e la comunicazione alla politica e alla cultura pop”.

In questi giorni Internet, come sapete è stato anche candidato per il Premio Nobel per la Pace.

Il tema ricorrente tra tutte le pietre miliari sulla nostra lista è la capacità di Internet di eludere i vecchi sistemi e mettere maggiore potere nelle mani della gente”.

Tra i dieci eventi più importanti del decennio si impongono Wikipedia, Napster, iPhone, le elezioni di Barack Obama, e ovviamente non potevano mancare loro, i social network.

I 10 EVENTI WEB CHE HANNO CAMBIATO IL MONDO 2

Noi Ninja pensiamo che:

Internet non sia solo un cambiamento tecnologico, ma un cambiamento sociale epocale che sta trasformando tutti gli aspetti della società. Per questo una Rete “aperta, libera e neutrale” è oggi una precondizione per lo sviluppo economico e sociale, un baluardo della libertà non solo di espressione, ma anche di evoluzione economica e sociale. Internet è oggi un diritto fondamentale da proteggere ed estendere il più possibile, come ci tengono a dire Mirko Pallera e Alex Giordano.

Qui di seguito in dettaglio, i magnifici dieci momenti salienti del decennio proclamati dallo IADAS, e un undicesimo premio assegnato da Ninja Marketing:

1.    L’espansione di Craiglist oltre San Francisco (2000) – sito di annunci gratuiti, che si è ampliato oltre i confini di San Francisco nel 2000, con grande impatto sugli editori di giornali.

2.    Il lancio di Google AdWords (2000) – anch’esso nato nel 2000 e che permette agli inserzionisti di individuare i propri clienti con estrema precisione e che, ancora oggi, è sicuramente tra i migliori strumenti di advertising on line.

3.   Il lancio di Wikipedia (2001) – la più grande enciclopedia open source, on line dal 2001 e costantemente aggiornata dagli utenti della rete, che oggi contiene oltre 14 milioni di voci ed è tradotta in 271 lingue.

4.    La chiusura di Napster (2001) – il primo (o uno dei primi) antenati del peer to peer, chiuso ormai dal 2001. Ha dato inizio ad un modo nuovo di intendere la distribuzione di musica e video.

5.    La quotazione in borsa di Google (2004) – quotato in borsa nel 2004, da quel momento tra le aziende dominanti e più influenti del decennio e il motore delle maggiori innovazioni che si riflettono nella vita di tutti i giorni.

6.    La rivoluzione dei video online (2006) – iniziò nel 2006 con il boom degli user generated video, grazie al diffondersi di piattaforme di broadcasting come Youtube.

7.   Il successo di Facebook e Twitter (2006) – il primo nel 2006 esce dalle mura dei college americani e contemporaneamente si assiste al lancio di Twitter. I social network rappresentano la rivoluzione del mondo della comunicazione e delle relazioni interpersonali.

8.    Il debutto dell’iPhone (2007) – che insieme agli altri smartphone ha cambiato il mondo della telefonia e di accedere ad Internet in mobilità.

9.    La campagna presidenziale Usa (2008) – in cui Internet ha giocato un ruolo centrale e fondamentale sotto ogni aspetto, dalla partecipazione pubblica alla raccolta di fondi.

10.   Proteste alle elezione iraniane (2009) – che hanno visto in Twitter l’unico mezzo per dare voce alle ribellioni iraniane, consentendo alle persone di organizzare manifestazioni ed esprimere la protesta.

11.    La nascita di nuove forme di partecipazione democratica (2009-?) grazie ai social media, che permettono nuove forme di espressione, discussione e mobilitazione. Dai blog, alla manifestazione dei Viola organizzata grazie alla Rete alla controinformazione sui fatti politici del nostro paese.

E voi a chi avreste dato un Webby?