Meglio fermarsi al punto giusto secondo Heineken!

know_the_signs_1Torna KnowTheSigns, campagna virale caratterizzata da un mix tra la comunicazione sociale e l’advergame firmata Heineken. On-air dalla fine del 2008, il progetto KnowTheSigns parte da un’ indagine mondiale che il noto produttore di birre ha commissionato ai creativi dell’agenzia londinese Ruby, individuando una serie di archetipi di comportamento post-ubriacatura.

Dall’Esibizionista, che pare vada molto forte in Italia (il 69% degli italiani vede i propri amici diventare così) all’Addormentato, che sembra spopolare in Sud America; passando per l’Attaccabrighe, immancabile nei paesi nord europei, per l’Approfittatore, ossia quello che “ci prova con tutte”, e il Piagnucoloso, che sembra caratterizzare un buon 27% dei bevitori ungheresi.

Questi personaggi prendono vita in un sito internet, dove il visitatore deve individuare, dentro un locale, gli avventori che mostrano i segnali tipici dei comportamenti “alcolici” imbarazzanti. Una volta scovati, questi personaggi si renderanno protagonisti di animazioni video tanto assurde e divertenti quanto, in fondo, realistiche. L’invito di Heineken è ad evitare figuracce, scegliendo di smettere di bere al momento giusto.

Inizialmente il progetto era stato promosso con un articolato insieme di azioni teaser, seeding di viral video e banner online, in particolare sui portali MSN.

know_the_signs_3

Tornando a noi, in questi giorni il sito KnowTheSigns, che in Italia già ad aprile 2009 aveva raggiunto le 100.000 visite, torna a far parlare di sé a livello mondiale, con altri due stereotipi di bevitore che si spinge troppo oltre: la Gattamorta, in inglese “Flirt”, e il Barcollante. In perfetto stile camera a mano, i viral video di questi nuovi personaggi sono esplosi in svarati contesti. Dopo una potente “semina” su YouTube e nella blogosfera, il video della Gattamorta ha mostrato il suo potere virale…

Ma il progetto non si ferma qui: la sezione del sito intitolata The Morning After prevede la possibilità di scaricare un’ applicazione interattiva che consenta a chiunque di “taggare” su FaceBook, Hi5 o Netlog, quegli amici che presentano determinati comportamenti post-sbronza. Il messaggio di Heineken prosegue dunque nei social network, cercando l’interazione con gli amici dei visitatori, e rimandando di continuo al sito.

Tra i risultati principali, oltre al numero di visite, Heineken Italia sottolinea i 2 minuti e mezzo di tempo di permanenza media nella pagina web, segnale che quando si entra si viene decisamente coinvolti!

Il progetto, curato dall’agenzia Ruby con il supporto tecnico e realizzativo della digital agency Unit9, oltre ad aver ricevuto diverse nomination in concorsi internazionali di web adv ha vinto il prestigioso MEGA award ’09 per la categoria “Brand reputation”.

{noadsense}

Scritto da

Guido Ghedin

Da poco laureato in comunicazione nella metropoli di Padova, con tesi che parlava di guerrilla applicato al B2B in Italia. Ha iniziato quindi a muoversi nella soleggiata area del ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Kuido Kedin .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it