Un virale di dubbio gusto per risolvere il problema delle gravidanze tra adolescenti in UK

Un virale di dubbio gusto per risolvere il problema delle gravidanze tra adolescenti in ukPer fermare il fenomeno delle gravidanze indesiderate tra gli adolescenti inglesi della città di Leicester le campagne convenzionali non sono bastate.

Si può dire che Il governo inglese le abbia provate tutte: in alcune scuole sono stati distribuiti profilattici, in altre è stato utilizzato un programma pilota a partire dalle scuole elementari dove venivano organizzati corsi di educazione sessuale. Perfino la distribuzione di pillole per il controllo delle nascite senza prescrizione non ha dato i risultati sperati.

Da Leicester , una delle città più colpite dal fenomeno, è partita così una campagna non convenzionale finanziata dallo stesso governo inglese.

Solo in città le statistiche parlano di 50 nascite ogni 1000 ragazzine in età tra i 15 e i 17 anni, ben 8 in più della media inglese. La situazione non più gestibile con campagne di sensibilizzazione convenzionali ha portato l’amministrazione sanitaria locale a produrre un video da far girare sui più noti social network per sensibilizzare i giovani inglesi sul problema.

Tuttavia le cose non sono andate come previsto.

Secondo le interviste fatte ai giovani studenti , i video considerati più efficaci erano quelli basati sullo scioccare lo spettatore in maniera diretta, anche estrema.

La collaborazione con gli studenti delle scuole di Leicester ha portato infatti alla creazione di un video virale dal contenuto estremamente disturbante , il cui realismo esagerato non può che scioccare lo spettatore, superando però un margine di estremismo che pare aver scioccato anche gli addetti di Youtube che dopo pochi giorni hanno cancellato il video dal portale danneggiando di fatto l’intera campagna.

Passate un paio di settimane  il video senza subire modifiche è stato ricaricato su Youtube con successo, il suo contenuto tuttavia lascia comunque perplessi per come è stato trattato l’argomento centrale della campagna.
Per i più curiosi ecco il video, sconsigliamo la visione alle persone sensibili di cuore ma soprattutto di stomaco…

Ora che l’avete visto, che ne pensate? Il fine giustifica i mezzi, oppure alcuni limiti non vanno superati?