Social Shopping e Viral Marketing

Social_Shopping_e_Viral_Marketing Donne, diciamoci la verità…che soddisfazione quando le amiche notano il nuovo accessorio o capo d’abbigliamento che sfoggiamo!! E come ci piace doverci scambiare consigli e pareri sui negozi dove fare shopping e sulle marche che adoriamo. Per gli uomini forse tante smancerie e “uhuuu, ahaaa, bello!!!” non ci sono, ma anche a loro piacciono consigli e complimenti! ;)

Possiamo farlo anche su Internet?

Non è nuovo come fenomeno, ma quello del social shopping è sicuramente una forma interattiva di acquisto molto interessante, soprattutto per le aziende attente ai cambiamenti del loro contesto di riferimento.

Il Social Shopping, la forma evoluta dell’e-commerce, è una sorta di social network dove i consumatori hanno un’altissima capacità di influenzare il comportamento di consumo degli altri utenti. Ci vedete del virale???

Social_Shopping_e_Viral_Marketing Parole, parole, parole…la nostra vita è circondata da migliaia di chiacchiere e frasi, pensieri, esclamazioni, domande…consigli. I consigli, soprattutto quelli dati in modo informale, sono facilmente ascoltati e interiorizzati, molto più di una pubblicità commerciale classica! Sui siti di social shopping succede proprio questo. E tutto è all’insegna dell’immediatezza: si leggono recensioni, si scambiano informazioni, si guardano foto…alcune piattaforme indicano sulla mappa anche dove poter trovare i negozi segnalati! JustBought funziona così e in più da la possibilità di condividere le immagini e i commenti di acquisti, utili e non, sui nostri Social Network preferiti: Facebook e Twitter!

Non sapete quanto questo, stimoli il gruppo della community a comportarsi allo stesso modo degli altri!
Passando di parola in parola, un consiglio d’acquisto, influenza enormemente la massa e crea un enorme valore intorno al brand. A fare la differenza è la possibilità di ricevere un consiglio su un prodotto in maniera dinamica e proattiva dagli amici, prima ancora di andarlo a cercare e a testare da soli. Esistono, in più, anche piattaforme di social shopping dedicate a un unico tipo di prodotto. Un vero e proprio sito specializzato…di scarpe, ad esempio, che confronta prezzi, marche, comodità, altezze, qualità. Niente male, no? Se ci metti, poi, la comodità di cliccare sulla mappa della tua città e di sapere dove si trova il negozio che vende le tue preferite…

In questo modo è la comunità di consumatori che decide a quale prodotto non poter proprio rinunciare. In questo modo si crea un valore di legame tra utenti/consumatori enorme. In questo modo i brand potrebbero catturare tanti piccoli accorgimenti per personalizzare, in base al contesto di riferimento, il proprio prodotto. Questa realtà, ricca di scambi, di informazioni e di esperienze personali diverse, è da tenere in osservazione costante perché, siamo sicuri, si rivelerà sempre più importante. Alle aziende servirà solo prendere la strada più giusta, senza rovinare il valore di legame che gli utenti sono riusciti a costruire.

Social_Shopping_e_Viral_Marketing2 Un altro sito di social shopping è Kaboodle. Su Kaboodle, puoi aggiungere ciò che preferisci da qualsiasi altro sito, creare una propria lista della spesa in base alle tue esigenze, al tuo stile o a prodotti particolari, scoprire le novità quotidianamente, contattare gli altri utenti appassionati dei tuoi stessi prodotti e consultare il blog con le ultimissime tendenze e offerte in saldo.

Fa l’acquisto migliore per vivere meglio…è questo lo slogan di ThisNext, il sito di social shopping dove la gente può esplorare, scoprire e chiacchierare sui prodotti più trendy e cool del momento. Nato nel 2006, questo social network commerciale nasce per far interagire le persone con la comunità che conosce e segue tutti i trend del momento. ThisNext si prefigge di essere, quindi, un luogo dove poter trovare e sperimentare i prodotti migliori e, perché no, unici, presenti sul web.

E, infine, guerrieri, quante volte ci è capitato di consultate millemila fonti (motori di ricerca, siti web, siti del marchio, recensioni di esperti, blog) che riportano pareri contrastanti su un particolare prodotto? Bene. Per evitare questa insostenibile seccatura e perdita di tempo che lascia in noi senso di insoddisfazione, arriva Crowdstorm che raggruppa in un’unica piattaforma, tutte le informazioni sul prodotto. E c’è anche la possibilità di interagire direttamente con esperti e ottenere un consiglio personalizzato!

Questi siti offrono la possibilità di migliorare la qualità complessiva dell’esperienza d’acquisto e di consumo online, dando in più l’opportunità di creare una rete sociale che possa raccomandare i prodotti migliori. Le comunità online, offrendo riscontri di consumo immediati, porteranno a far avvicinare sempre di più le aziende al cliente in modo trasparente e semplice.

Vi lascio con un video:

Più shopping sociale di così!

ARTICOLI CORRELATI

Le due facce del WOM: dati e riflessioni sul suo valore nelle strategie di marketing e comunicazione del brand

A caccia di trend durante il Capri Trendwatching Festival 2013

Il risparmio a portata di tap: le migliori app salva-crisi

Mobile Shopping: a caccia del nuovo acquisto con l’aiuto del 3G [Case Study]

Il social networking è il presente del marketing aziendale

Commenta

adv
Corso Online in E-Commerce Management