Mommy Bloggers – Se prima vi mandavano a prendere il latte, ora lo comprano loro… online!

L’ondata 2.0 ha colpito tutti, ma proprio tutti! Anche le nostre mamme italiane, che percorrono nuove strade di relazione e condivisione offerte dal web. Staccano la spina dall’ultimo cambio di pannolino e accendono quella del PC! Trascorrono il proprio tempo libero a parlare di sé, ad incontrarsi con altre donne per cercare e dispensare consigli, creano contenuti, frequentano forum , blog e social network . Se prima per avere consigli ci si rivolgeva alle nonne e alle zie, ora invece il web la fa da padrone! È questa l’ultima tendenza del web 2.0.

Ad avvicinare le mamme al web è la prima maternità, le ansie e le gioie dovute dall’attesa. Ma una volta incontrata la rete, le mamme rimangono fedeli. Il web segue la crescita dei loro figli, grazie a progetti come Lil’ grams, social network dedicato a chi ha avuto appena un bebè. O ancora attraverso i blog, dove le mamme raccontano di tutto, dal primo giorno di scuola ai primi amori:  un pubblico diario segreto.

L’ultima frontiera del 2.0 al femminile è proprio il mommy blogging . Il fenomeno, partito dall’America, ha preso piede anche in Italia. All’interno della rete sono presenti più di 3000 blog aperti dalle mamme tra il 2001 e 2008. Spazi pubblici dove raccontano le proprie giornate.  La fanno da padrone mal di pancia, vomito e mariti troppo assenti.

Sfuggire alla solitudine del post partum, condividere esperienze con altre mamme, dare sfogo alla passione per la lettura, e lasciare un ricordo dei primi momenti ai propri figli: sono questi i motivi principali, emersi da una recente ricerca del centro Ask, che spingono le madri ad aprire un blog .

Un modo per riuscire a confrontarsi con altre donne e perché no, fare una vera e propria terapia di gruppo!
Nonsolomamma” è esempio riuscitissimo di mommy blogging, che ha riscosso un tale successo da divenire un bestseller difficilmente trovabile in libreria. Protagonista Elastigirl una mamma giornalista che ha a carico due figli, da lei definiti hobbit, e un marito part-time che lavora a Londra.

Elastigirl non è l’unico esempio, a farle compagnia il blog Panzallaria.com, che anche solo per l’originalità del nome merita la citazione. Uno spazio altamente dinamico che segue i mutamenti della sua scrittrice: ha iniziato parlando di dieta, poi di maternità e ormai si occupa di tutto. La sua storia ha addirittura ispirato uno spettacolo teatrale, “ La rivincita del calzino spaiato” (anche questo un nome di indubbia creatività).

È certo: le madri 2.0 conquistano la scena e le aziende non possono rimanere a guardare!
La mamma acquista un appeal tutto nuovo e diventa il nuovo target con cui entrare in relazione. Ce lo insegna la campagna in rete del cuscino per l’allattamento Boppy : “Mom’s Revenge”; Il primo gioco on line dedicato alle mamme 2.0 che aiuta le neo mamme a destreggiarsi tra le diverse difficoltà, ribellandosi alla presenza di una suocera troppo invadente e all’assenteismo di un marito disattento.

Girl power? no! Mommy power!

E i papà? Staremo a vedere!

Scritto da

Campana doc, Chikako, al secolo Anna Maria Ietto, decide di trasferirsi nella città del Palio. Lì consegue la laurea specialistica in Linguaggi persuasivi e scopre una sua ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui chikako .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it