Spoof Ads: nuove sfide per il viral marketing

Silvia Carbone
Silvia Carbone

Marketing Manager @ Ninja Academy

Sempre più spesso quando un video virale raggiunge l’apice della sua popolarità, ecco che nei meandri della rete spuntano gli spoof, ovvero le parodie.

Solitamente si tratta di video, ma anche le immagini sono altrettanto spesso oggetto di parodia, e a volte il risultato è ancora più interessante dell’originale!

Suona strano, ma a volte le parodie vengono addirittura realizzate dal medesimo brand, perchè sono un ottimo modo per creare buzz attorno al video originale.

Infatti da una parte gli spoof sono divertenti e dall’altra incrementano il coinvolgimento degli utenti.

Le reazioni delle aziende alle parodie non sono univoche: c’è chi minaccia querele, c’è chi invece le accoglie benevolmente, comprendendo che spesso è un onore culturale essere oggetto di parodia, segno della propria rilevanza simbolica all’interno dell’immaginario collettivo.

Tra le recenti video parodie più cliccate, vorrei mostrarvi quelle che riguardano Eyebrows di Cadbury, di cui qualche giorno fa abbiamo pubblicato il ninjavideo.

Nel video in questione i bimbi sono cresciuti, ma il risulato è sicuramente divertente!

Ancora più affascinante è questo spoof (clicca qui) trasmesso in tv, e che in neanche un mese ha già realizzato più di 800.000 visualizzazioni.

Ricordate invece il video “Walk in Fridge” di Heineken in cui marito e moglie mostravano agli amici la propria “stanza dei sogni”? Ora guardate lo spoof video di Bavaria..

——————————————————————————————————————————

SCARICA IL PDF COMPLETO DELLA TRADUZIONE DI “ SPOOF VIRAL ADS: MINACCE E OPPORTUNITA’ ”, Clicca qui.