Pechino 2008: un cartone per cambiare le cose (magari)

I XXIX° Giochi Olimpici svolti in terra cinese, come tutti ben sappiamo, sono stati caratterizzati dalle forti critiche rivolte al governo di Pechino per non aver rispettato le promesse fatte al momento dell’assegnazione dei Giochi.

Il vicepresidente di Pechino nell’aprile del 2001 aveva detto: “assegnando i Giochi a Pechino aiuterete lo sviluppo dei diritti umani”.

Le Olimpiadi si sono concluse ed il tema rimane sempre di grande attualità. Tutte le critiche e le contraddizioni non si sono fermate neanche durante lo svolgimento delle competizioni sportive.

Per sollevare la questione e porre ancora più enfasi a questo tema di grandissima attualità (come se ce ne fosse di bisogno) ci ha pensato la Tilapia Animation Studios realizzando un cartoon in 3D (scritto da Nicola Barile e diretto da Ivan Cappiello) dove un bambino tibetano sfida l’imponente “macchina da guerra” dimostrando che qualcosa può cambiare.

Scritto da

Salvo Rasa'

Salvo Rasà, aka Kazuko, Laureato in Economia Aziendale presso l’Università degli Studi di Catania e attualmente iscritto alla laurea di ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Kazuko .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it