Marketing Mystere: Le piramidi bosniache

Nuova rubrica tra il diletto e il concetto, tra il mistero e il dinero, tra l’understanding e il marketing: MARKETING MYSTERE.

Apriamo la nuova rubrica con una di quelle vicende misteriose che tirano in ballo così tanti elementi da sembrare “costruita”.

Visoko, Bosnia Erzegovina, a 30 km dalla bucherellata Sarajevo. La cittadina si trova ai piedi di una formazione collinare, la Visocica, che, incombente sul paese, si staglia con la sua forma piramidale perfetta.

Sotto questo strato di terra e alberi un archeologo dilettante bosniaco, Semir Osmanagic, ha scoperto tracce di una piramide antichissima, che in base alle prime rilevazioni potrebbe essere la prima piramide europea dedicata al culto del Sole e databile all’incirca a 12 mila anni fa.

Osmanagic, autore del libro “La piramide del Sole della Bosnia”, sostiene che la collina ospita una gigantesca piramide costruita dall’uomo individuata grazie alle ricerche da lui condotte nell’agosto 2005 che hanno rilevato una serie di anomalie lungo i fianchi della collina. Anomalie che non sembrano di origine naturale.

I rilievi fotografici svelerebbero una piana d’accesso larga 40 metri e lunga 200, completamente costruita con lastre di pietra, ricoperte di terra e vegetazione allo stato attuale. Scavando si sono scoperti cunicoli con iscrizioni, mattonelle, utensili antichi e precisissimi per tagliare la pietra.
Ma non è tutto. È stato scoperto anche un tunnel. Un tunnel stretto in cui si entra quasi strisciando ma che risulta perfettamente ventilato. Tutto l’interno della piramide è pieno di fori che sembrano essere camini, fori di aerazione o veri e propri accessi.

Inoltre sono state scoperte altre due piramidi di dimensioni inferiori, la piramide della Luna e del Dragone, che secondo Osmanagic sono opere di una fiorente civiltà che viveva in Bosnia quando l’Europa era preda della morsa del ghiaccio durante le glaciazioni.

Molti archeologi e geologi hanno avanzato commenti scettici di fronte alle prime affermazioni di Osmanagic, ma Aly Abd Barakat, il geologo egiziano inviato nel maggio scorso dal Cairo per valutare la situazione, sembra confermare che il mondo si trova di fronte ad un’eccezionale scoperta, “una piramide primitiva di un tipo finora sconosciuto” e che i blocchi di pietra ritrovati sembrano connessi tra loro con lo stesso cemento artificiale utilizzato nella costruzione delle piramidi egizie dell’Antico Regno.

Se tutto questo è vero e confermato, allora siamo di fronte ad una scoperta in grado di riscrivere la Storia che conosciamo. In primo luogo queste piramidi potrebbero infatti essere la testimonianza di un’antica civiltà tecnologicamente avanzata presente in Europa 12.000 anni fa, prima di tutte le civiltà mediorientali e africane conosciute.

In secondo luogo, unendo il vertice della Piramide del Sole con quelli delle altre due otteniamo un perfetto triangolo equilatero: tutti gli angoli sono di 60 gradi. Ma a questo collegamento “virtuale” corrisponderebbe anche un preciso sistema di cunicoli sotterranei che unirebbero le presunte piramidi.

Inoltre, che questo sia un luogo “magico” è davvero fuori di dubbio. Sulla sua sommità sono state rinvenute iscrizioni dell’Ordine del Tempio: anche i templari, dunque sono passati di qui e antiche leggende locali raccontano che a nessuno era permesso di vivere sulla vetta della collina se non fosse stato disposto a difendere con la vita i segreti delle sue fondamenta.

Un’ultima curiosità: la data di fine lavori è prevista per il 2012. L’ennesima coincidenza in questa storia appassionante: il 2012 è infatti la data indicata chiaramente nelle profezie Maya come il momento in cui inizierà una Nuova Era per l’umanità. Una data che torna anche nell’iconografia egizia, negli antichi mitrei romani e persino nella lontana Cambogia.

Osmanagic lotta determinato per affermare le sue tesi contro una pletora arrabbiata di scienziati i quali avanzano molte critiche alle sue ipotesi e in Aprile, in una lettera aperta pubblicata sui maggiori giornali bosniaci, hanno messo in dubbio la scoperta di Osmanagic, definendo l’intera vicenda un brutto circo. Più di recente, Blagoje Govedaric insegnante di archeologia dell’Europa orientale, dalle colonne di Dani ha smentito ancora una volta la tesi di Osmanagic, tacciandolo di dilettantismo e dicendo sostanzialmente che prima o poi l’opinione pubblica mondiale si renderà conto dell’insensatezza delle teorie di Osmanagic e ciò potrebbe coprire di ridicolo l’intero paese. I detrattori di Osmanagic sostengono che le pietre trovate sul fianco della montagna non sono altro che pietre tombali di un’antica necropoli medievale collegata ai resti medievali presenti in cima alla “piramide”. E qui, dicono, nulla di nuovo, perchè tale cittadina medievale è conosciuta da sempre.

Ma la storia ha ormai ricevuto una copertura mediatica mondiale. Le maggiori testate hanno coperto la vicenda: CNN, BBC, ZDF, CBS, il New York Times, l’International Herald Tribune, il National Geographic hanno coperto la storia dando risonanza mondiale alle scoperte di Osmanagic. Il tono dei media è doverosamente scettico senza sbilanciarsi, ma ogni servizio dei media finisce puntualmente sul sito web della Fondazione. In Italia, in un primo momento solo l’Ansa e l’Osservatorio dei Balcani sembrano avere coperto la storia. La presenza dei grossi media internazionali e della CNN sembra dare un crisma di ufficialità alle scoperte di Osmanagic, che nel frattempo è assurto a personalità mediatica, grazie anche alla telegenicità del suo look e al perfetto inglese che può sciorinare di fronte alle telecamere.

Tutto questo gran parlare di piramidi sta attirando moltissimi turisti, ansiosi di vedere le piramidi europee. E la popolazione locale si è organizzata per accogliere i visitatori, dando vita a luoghi di ristoro improvvisati. Come improvvisate sono le guide che portano i turisti nella “valle dei re della Bosnia”. Molti, vista la rapida organizzazione turistica, hanno pensato che la vicenda delle piramidi sia stata tutta una montatura di marketing del territorio, per attirare turisti in una zona assolutamente fuori dalle rotte turistiche mondiali.

I lastroni potrebbero essere di epoca medievale e la loro disposizione è troppo sconclusionata per durare tutto il tempo delle rivelazioni cronologiche. Il mistero resta forte e le risposte sono confuse. Bisogna aspettare per capire se le piramidi bosniache sono un ritrovamento storico eccezionale o un fake-event di marketing alla buona.

Una cosa è certa: una dubbia scoperta archeologica è ormai diventata un fenomeno popolare tra folklore bosniaco ed echi dell’antico Egitto. Per adesso a giovare, giova.

ARTICOLI CORRELATI

La gerarchia delle distrazioni digitali

Piedi come radici, mente come il cielo…

Il primo QR Code realizzato con pietre [VIDEO]

Se Abraham Maslow fosse vivo: la piramide dei bisogni 2.0 [e-PSYCHOLOGY]

Top 5 Horror – Dicembre

Commenta

  • La Sfinge

    Un giorno Gesù ci spiegò i segreti delle stelle .Era un mattino di Primavera.
    Dall’alto del colle vedevamo, nella pianura lontana, sorgere il Sole là dove nell’orizzonte ancora brillava una luminosa costellazione.
    “Passano le costellazioni.” Disse Gesù “dopo l’Ariete i Pesci. E poi verrà l’Acquario .
    Allora l’uomo scoprirà che i morti sono vivi e che la morte non esiste.” (Dal Vangelo secondo Tommaso)

    E’ kairos di Hunab Ku!

    E kissà ke il vostro mktg del “territorio” (quale territorio: dell’anima, della mente, dello spazio, del tempo!?) o “alla buona” non prenda per giro turistico anke quello, al fine di attirare turisti in una zona assolutamente fuori dalle rotte turistiche della “galassia”.

    Ki ha paura di morire?

  • La Sfinge

    Un giorno Gesù ci spiegò i segreti delle stelle .Era un mattino di Primavera.
    Dall’alto del colle vedevamo, nella pianura lontana, sorgere il Sole là dove nell’orizzonte ancora brillava una luminosa costellazione.
    “Passano le costellazioni.” Disse Gesù “dopo l’Ariete i Pesci. E poi verrà l’Acquario .
    Allora l’uomo scoprirà che i morti sono vivi e che la morte non esiste.” (Dal Vangelo secondo Tommaso)

    E’ kairos di Hunab Ku!

    E kissà ke il vostro mktg del “territorio” (quale territorio: dell’anima, della mente, dello spazio, del tempo!?) o “alla buona” non prenda per giro turistico anke quello, al fine di attirare turisti in una zona assolutamente fuori dalle rotte turistiche della “galassia”.

    Ki ha paura di morire?

  • http://www.visoko.splinder.com Moshira Tamigi

    E’una conseguenza. E’ un po’ come andare in pellegrinaggio a Santiago de Compostela e trovarsi in un perfetto bazar turistico. O a Siena e comperare le bandiere delle contrade ecc..

    A Visoko l’ipotesi di agglomerati piramidali non è remota considerando l’esistenza di antichissime civiltà preilliriche di cui non si sa praticamente nulla.

    Parlando di MAERKTING MYSTERE o, come io lo definirei, “CLIPE-MARKETING”, trovo personalmente molto più interessante il fenomeno diffuso dell’attesa del 2012… dalle web community/blog a JHON TITOR, il militare internauta venuto dal 2036, esempio della creazione di un perfetto mito per la popolazione di coloro che acquistano e divulgano informazioni sul 2012 ed affini…ed anche per le case cinematografiche..

  • http://www.visoko.splinder.com Moshira Tamigi

    E’una conseguenza. E’ un po’ come andare in pellegrinaggio a Santiago de Compostela e trovarsi in un perfetto bazar turistico. O a Siena e comperare le bandiere delle contrade ecc..

    A Visoko l’ipotesi di agglomerati piramidali non è remota considerando l’esistenza di antichissime civiltà preilliriche di cui non si sa praticamente nulla.

    Parlando di MAERKTING MYSTERE o, come io lo definirei, “CLIPE-MARKETING”, trovo personalmente molto più interessante il fenomeno diffuso dell’attesa del 2012… dalle web community/blog a JHON TITOR, il militare internauta venuto dal 2036, esempio della creazione di un perfetto mito per la popolazione di coloro che acquistano e divulgano informazioni sul 2012 ed affini…ed anche per le case cinematografiche..

  • JaCK

    Be’,bella rubrica, non c’entra una emerita mazza col marketing non convenzionale, ma tutto fa brodo quando bisogna tenere aggiornato un blog.

  • JaCK

    Be’,bella rubrica, non c’entra una emerita mazza col marketing non convenzionale, ma tutto fa brodo quando bisogna tenere aggiornato un blog.

  • http://www.ninjamarketing.it Kistifellea

    Sì è vero, l’effetto virale parte ogni volta che il luogo diventa topos di qualcosa. E parte il marketing. Hai proprio ragione.

    In effetti MARKETING MYSTERE può avere molti agganci e temi du cui parlare. Nel corso delle settimane cercheremo di trattare almeno un argomento MYSTERIOSO (qua veramente rischiamo col copyright e quindi stop alle similitudini) a settimana. Seguici e dicci la tua che queste cose ci intrigano proprio tanto.

  • http://www.ninjamarketing.it Kistifellea

    Sì è vero, l’effetto virale parte ogni volta che il luogo diventa topos di qualcosa. E parte il marketing. Hai proprio ragione.

    In effetti MARKETING MYSTERE può avere molti agganci e temi du cui parlare. Nel corso delle settimane cercheremo di trattare almeno un argomento MYSTERIOSO (qua veramente rischiamo col copyright e quindi stop alle similitudini) a settimana. Seguici e dicci la tua che queste cose ci intrigano proprio tanto.

  • http://www.ninjamarketing.it Kistifellea

    Jak, a dire la verità abbiamo ogni giorno una quantità di materiale da postare da poter fare un quotidiano di almeno 24 pagine.

    E poi il marketing c’azzecca con le cose misteriose. Basta leggere quello che ha scritto Moshira Tamigi.

  • http://www.ninjamarketing.it Kistifellea

    Jak, a dire la verità abbiamo ogni giorno una quantità di materiale da postare da poter fare un quotidiano di almeno 24 pagine.

    E poi il marketing c’azzecca con le cose misteriose. Basta leggere quello che ha scritto Moshira Tamigi.

  • http://surrogatodigiuggiole.blogspot.com/ Carlì

    Posso consigliarti un bel libro a proposito, anche se non c’è nulla di marketing?

    LA GRANDE PIRAMIDE E LO ZED – M. PINCHERLE

    A parte questo, volevo dirti che sul mio blog comico ho scritto proprio ieri un post sui tormentoni e ho menzionato quel video terribile. Hai usato la parola giusta: CASTRANTE.

    Complimenti per il blog, tornerò a trovarti!

    Carlotta

  • http://surrogatodigiuggiole.blogspot.com/ Carlì

    Posso consigliarti un bel libro a proposito, anche se non c’è nulla di marketing?

    LA GRANDE PIRAMIDE E LO ZED – M. PINCHERLE

    A parte questo, volevo dirti che sul mio blog comico ho scritto proprio ieri un post sui tormentoni e ho menzionato quel video terribile. Hai usato la parola giusta: CASTRANTE.

    Complimenti per il blog, tornerò a trovarti!

    Carlotta

  • http://www.ninjamarketing.it Kistifellea

    Grazie Carlì, mi fa molto piacere che intorno alle vicende misteriose c’è tutto questo interesse, al di là anche se c’è o no del marketing sotto.

    Da appassionato del mistero questo libro che mi hai consigliato devo assolutamente spulciarlo, per comprarlo (budget personale permettendo eheh).

    Seguici che un po’ d’ironia sana ci serve parecchio.

    Ciao.

  • http://www.ninjamarketing.it Kistifellea

    Grazie Carlì, mi fa molto piacere che intorno alle vicende misteriose c’è tutto questo interesse, al di là anche se c’è o no del marketing sotto.

    Da appassionato del mistero questo libro che mi hai consigliato devo assolutamente spulciarlo, per comprarlo (budget personale permettendo eheh).

    Seguici che un po’ d’ironia sana ci serve parecchio.

    Ciao.

  • La Sfinge

    Caro Kistifellea,
    alza gli occhi al cielo e guarda quanti misteri!

    A proposito, pare che anche in Ucraina siano state “scoperte” delle piramidi!

    Ma, piramidi a parte, quando parlate del mistero delle stigmate di Padre Pio?

  • La Sfinge

    Caro Kistifellea,
    alza gli occhi al cielo e guarda quanti misteri!

    A proposito, pare che anche in Ucraina siano state “scoperte” delle piramidi!

    Ma, piramidi a parte, quando parlate del mistero delle stigmate di Padre Pio?

  • http://www.ninjamarketing.it Kistifellea

    Caro La Sfinge,

    vedo che la vuoi buttare assolutamente sul mistico.

    Vediamo un po’ nel futuro che si può fare.

    Padre Pio è un mistero?

    Ciao.

  • http://www.ninjamarketing.it Kistifellea

    Caro La Sfinge,

    vedo che la vuoi buttare assolutamente sul mistico.

    Vediamo un po’ nel futuro che si può fare.

    Padre Pio è un mistero?

    Ciao.

  • La Sfinge

    No, Kistifellea.

    Padre Pio è un alieno.

    Se tu vivessi nella posizione privilegiata in cui io da sempre vivo e mi trovo vedresti tutti gli alieni che ciclicamente scendono su questa terra per nutrirla di mistero!

  • La Sfinge

    No, Kistifellea.

    Padre Pio è un alieno.

    Se tu vivessi nella posizione privilegiata in cui io da sempre vivo e mi trovo vedresti tutti gli alieni che ciclicamente scendono su questa terra per nutrirla di mistero!

  • http://www.ninjamarketing.it Kistifellea

    LaSfinge, ti prego calmati, io faccio tutto il misterioso, ma poi alla fine dei conti mi cago anche un po’ addosso. Restiamo con i piedi per terra per quanto possiamo.

  • http://www.ninjamarketing.it Kistifellea

    LaSfinge, ti prego calmati, io faccio tutto il misterioso, ma poi alla fine dei conti mi cago anche un po’ addosso. Restiamo con i piedi per terra per quanto possiamo.

  • http://www.ninjamarketing.it/author/korura/ korura

    LaSfinge come Corrado Augias…
    Ma vi prego: Non spaventatemi Kistifellea! Qui siamo a NinjaMarketing mica ad Enigma!
    :D

  • http://www.ninjamarketing.it/author/korura/ korura

    LaSfinge come Corrado Augias…
    Ma vi prego: Non spaventatemi Kistifellea! Qui siamo a NinjaMarketing mica ad Enigma!
    :D

  • La Sfinge

    Brava korura,
    finalmente qualcuno che se ne rende conto!

    Io non ho i piedi per terra. Io mi stendo con tutto il corpo su questa terra… un corpo di Leone con una testa di Donna!

    Mah, che mistero!

  • La Sfinge

    Brava korura,
    finalmente qualcuno che se ne rende conto!

    Io non ho i piedi per terra. Io mi stendo con tutto il corpo su questa terra… un corpo di Leone con una testa di Donna!

    Mah, che mistero!

  • http://www.ninjamarketing.it Kistifellea

    Beh la Sfinge è un bel mistero. La vedrei bene a promuovere il Crodino, chissà perché.

  • http://www.ninjamarketing.it Kistifellea

    Beh la Sfinge è un bel mistero. La vedrei bene a promuovere il Crodino, chissà perché.

  • http://quilodico.wordpress.com/ alexandro72

    Cercando in rete i siti sul fake bosniaco sono arrivato anche qua. Su un forum che frequento sono stato sommerso da un “fedele” di questa quasi religione, di indirizzi web e foto, tutte “testimonianze” che sembravano genuine…. si, per un pollo.
    Visto che non avevo mai sentito parlare delle piramidi ho esaminato tutto il materiale, in seguito ho speso molte ore in rete, cercando ogni esperto menzionato, tra cui il qua citato Aly Abd Barakat. Ci si aspetterebbe che studiosi così rinomati abbiano una storia dietro, invece ogni singolo nome cercato in rete con più motori di ricerca, porta solo ed esclusivamente alle piramidi bosniache. Tranne il citato Aly Abd Barakat, che compare in una lettera molto esplicita del Dr. Zawi Hawass, forse uno dei più famosi egittologi del mondo e segretario generale del Concilio Supremo delle Antichità egizie. Nella lettera che potete trovare qui http://www.archaeology.org/online/features/osmanagic/zahi_hawass.pdf
    ne dice di tutti i colori, sul geologo (mandato da nessuno) e su Osmanagic. Tutti i siti internet da me spulciati non hanno credito scientifico e ripetono a pappagallo quello che dice Osmanagic, il quale nel frattempo ha fatto registrare i nomi delle piramidi, così da poter vendere la paccottiglia già ora disponibile. Considerato poi il resto del suo lavoro, come teorie sui Maya e atlantide, questo ingegnere metallurgico e i suoi accoliti pare senza ombra di dubbio che abbiano pianificato un’operazione di marketing in grande stile, che punta su un numero comunque alto di persone dubbiose sulle opinioni degli esperti della mainstream, prendendo per buono tutto ciò che va contro, con teorie del complotto che dovrebbero coprire la “vera” storia. Ormai questa farsa è così radicata che anche esponendo prove del contrario ci si sente rispondere: si,ma… Allora non resta che allargare le braccia. :-)

  • http://quilodico.wordpress.com/ alexandro72

    Cercando in rete i siti sul fake bosniaco sono arrivato anche qua. Su un forum che frequento sono stato sommerso da un “fedele” di questa quasi religione, di indirizzi web e foto, tutte “testimonianze” che sembravano genuine…. si, per un pollo.
    Visto che non avevo mai sentito parlare delle piramidi ho esaminato tutto il materiale, in seguito ho speso molte ore in rete, cercando ogni esperto menzionato, tra cui il qua citato Aly Abd Barakat. Ci si aspetterebbe che studiosi così rinomati abbiano una storia dietro, invece ogni singolo nome cercato in rete con più motori di ricerca, porta solo ed esclusivamente alle piramidi bosniache. Tranne il citato Aly Abd Barakat, che compare in una lettera molto esplicita del Dr. Zawi Hawass, forse uno dei più famosi egittologi del mondo e segretario generale del Concilio Supremo delle Antichità egizie. Nella lettera che potete trovare qui http://www.archaeology.org/online/features/osmanagic/zahi_hawass.pdf
    ne dice di tutti i colori, sul geologo (mandato da nessuno) e su Osmanagic. Tutti i siti internet da me spulciati non hanno credito scientifico e ripetono a pappagallo quello che dice Osmanagic, il quale nel frattempo ha fatto registrare i nomi delle piramidi, così da poter vendere la paccottiglia già ora disponibile. Considerato poi il resto del suo lavoro, come teorie sui Maya e atlantide, questo ingegnere metallurgico e i suoi accoliti pare senza ombra di dubbio che abbiano pianificato un’operazione di marketing in grande stile, che punta su un numero comunque alto di persone dubbiose sulle opinioni degli esperti della mainstream, prendendo per buono tutto ciò che va contro, con teorie del complotto che dovrebbero coprire la “vera” storia. Ormai questa farsa è così radicata che anche esponendo prove del contrario ci si sente rispondere: si,ma… Allora non resta che allargare le braccia. :-)

  • http://surrogatodigiuggiole.blogspot.com/ Carlì

    Caro Kistifellea, potrei dartene una lista infinita… dedico gran parte della mia vita allo studio del “mistero”.

    Adesso sto leggendo l’ultimo uscito “Il Mistero del 2012″ http://www.hoepli.it/libro.asp?ib=9788880935919&pc=000002024000000

    un libro davvero SCONVOLGENTE, bellissimo. Se sei appassionato è quello che fa per te.

    Per quanto riguarda i prezzi, ti capisco… io quando posso li caccio tutti in libri :P

    Buona giornata!

    Carlì

  • http://surrogatodigiuggiole.blogspot.com/ Carlì

    Caro Kistifellea, potrei dartene una lista infinita… dedico gran parte della mia vita allo studio del “mistero”.

    Adesso sto leggendo l’ultimo uscito “Il Mistero del 2012″ http://www.hoepli.it/libro.asp?ib=9788880935919&pc=000002024000000

    un libro davvero SCONVOLGENTE, bellissimo. Se sei appassionato è quello che fa per te.

    Per quanto riguarda i prezzi, ti capisco… io quando posso li caccio tutti in libri :P

    Buona giornata!

    Carlì

  • La Sfinge

    Misteri, profezie, alieni, padri, santi e santità…

    http://www.nibiru2012.it/content/view/214/41/

  • La Sfinge

    Misteri, profezie, alieni, padri, santi e santità…

    http://www.nibiru2012.it/content/view/214/41/

  • Starman

    …e quindi finalmente ci avviciniamo a riconoscere la nostra vera natura, cioè di conquistatori del pianeta terra; conquista avvenuta oramai migliaia di anni fa, finchè le risorse del pianeta terra (flora e fauna) ci saranno noi continueremo a vivere, poi una volta “divorato” tutto …cercheremo un altro pianeta…

  • Starman

    …e quindi finalmente ci avviciniamo a riconoscere la nostra vera natura, cioè di conquistatori del pianeta terra; conquista avvenuta oramai migliaia di anni fa, finchè le risorse del pianeta terra (flora e fauna) ci saranno noi continueremo a vivere, poi una volta “divorato” tutto …cercheremo un altro pianeta…

  • URUK

    La domanda fondamentale per smontare i parrucconi universitari sarebbe: quante colline di quelle dimensioni esistono in natura modellate dalla stessa natura in modo così geometrico?

    Infatti sarebbe assurdo archiviare tutto come una bufala lasciando credere che la bufala stia nel fatto che là che sotto non esistono piramidi levigate come Giza o Cheope (supposta pretesa degli archeo-spennellatori di polvere), e sarebbe assurdo perché fino ad ora si è parlato scientificamente di forme modellate dall’uomo come primi esperimenti monumentali, cosa ben diversa… altrimenti di questo passo meglio catalogare anche Stonhenge come un cumulo di massi.

    Sarebbe anche bene ricordare che gli archeo-spennellatori esclusero a suo tempo anche Schliemann (ed ora la scoperta di Troia e Micene parlano da sole), ed è proprio grazie a questa loro naturale vocazione all’inettitudine che a questi parrucconi invidiosi fino ad ora dobbiamo solamente SCOPERTE dipregevole vasellame da spennellare :) )

    Voglio dire se già nel 1900 riuscirono a lasciarsi soffiare due siti archeologi di portata epica quali Troia e Micene, ebbene lì in Bosnia più che discettare dei massimi sistemi questi servi al potere farebbero bene a mettersi in fila col loro caro pennellino in mano per guadagnarsi la pagnotta che ci rubano ogni giorno spacciandosi per eminenti topi da biblioteca

  • URUK

    La domanda fondamentale per smontare i parrucconi universitari sarebbe: quante colline di quelle dimensioni esistono in natura modellate dalla stessa natura in modo così geometrico?

    Infatti sarebbe assurdo archiviare tutto come una bufala lasciando credere che la bufala stia nel fatto che là che sotto non esistono piramidi levigate come Giza o Cheope (supposta pretesa degli archeo-spennellatori di polvere), e sarebbe assurdo perché fino ad ora si è parlato scientificamente di forme modellate dall’uomo come primi esperimenti monumentali, cosa ben diversa… altrimenti di questo passo meglio catalogare anche Stonhenge come un cumulo di massi.

    Sarebbe anche bene ricordare che gli archeo-spennellatori esclusero a suo tempo anche Schliemann (ed ora la scoperta di Troia e Micene parlano da sole), ed è proprio grazie a questa loro naturale vocazione all’inettitudine che a questi parrucconi invidiosi fino ad ora dobbiamo solamente SCOPERTE dipregevole vasellame da spennellare :) )

    Voglio dire se già nel 1900 riuscirono a lasciarsi soffiare due siti archeologi di portata epica quali Troia e Micene, ebbene lì in Bosnia più che discettare dei massimi sistemi questi servi al potere farebbero bene a mettersi in fila col loro caro pennellino in mano per guadagnarsi la pagnotta che ci rubano ogni giorno spacciandosi per eminenti topi da biblioteca

adv
Corso Intensivo in Non-Conventional & Viral Marketing