Pork and beans da leccarti i baffi

Video horse categorie dei Weezer, “spaventevole” alternative-emo rock group di Los Angeles. In tutto lo splendore della bassa definizione il baffo “secondomondista” (come i ragionieri polacchi di 20 ani fa) di Rivers Cuomo (voce-chitarra), la pinguedine incipiente di Patrick Wilson (batteria, cori) e le bizze cromatiche di Scott Shriner (basso, cori) e Brian Bell (chitarra solista e cori).

L’omonimo debutto dei Weezer è stato rilasciato il 10 maggio, 1994. Per non creare confusione con un altro omonimo lavoro del 2001, è comunemente riferito a The Blue Album. L’album è stato prodotto dall’ex frontman dei Cars, Ric Ocasek, e registrato agli Electric Lady Studios a New York.

Undone – The Sweater Song venne rilasciato come primo singolo estratto dall’album. Il videoclip fu diretto da Spike Jonze. Filmato su di un piano sequenza, riprendeva i Weezer che si davano a delle buffonate divertenti, tra cui faceva apparizione anche un gruppo di cani che girava sul set.

Jonze ha anche diretto il secondo video della band “Buddy Holly”. Il video presentava una scena ripresa da un pezzo della sitcome Happy Days con la band che si esibiva da “Arnold’s Diner”. Il video divenne tra i più trasmessi nelle rotazioni su MTV e fece vincere a Jonze e alla band una nomination agli MTV Video Music Awards, come Miglior video di Musica Alternativa, e due altre ai Billboard Music Video Awards. Il video era presente anche all’interno del CD di installazione di Microsoft Windows 95 come demo.

Il secondo album dei Weezer, Pinkerton, è stato pubblicato il 24 settembre 1996. Il titolo dell’album deriva del personaggio del Tenente Pinkerton in un opera di Giacomo Puccini, Madame Butterfly. L’album è fortemente influenzato dalla storia di tale opera teatrale. Madame Butterfly è citato sotto il proprio nome, Cio-Cio San, in “El Scorcho”. La canzone, “Butterfly”, è scritta dal punto di vista di Pinkerton alla fine dell’opera.

Dopo il tour tutti si chiusero in un silenzio assoluto. Rivers Cuomo cadde in un breve periodo di depressione, dipingendo i muri della propria casa di nero e applicando fogli di isolante nero su tutte le finestre per impedire il passaggio della luce.

Solo nel 2001 il gruppo tornò in studio per produrre il terzo album. Scelgono il titolo Weezer, pubblicato nel 2001 ripetendo il titolo omonimo del disco di debutto. L’album viene conosciuto come The Green Album, a causa del colore verde intenso che lo contraddistingue. Poco dopo l’uscita di The Green Album, i Weezer iniziano un tour americano. Attraggono una nuova generazione di fan grazie alla massiccia presenza su MTV dei video dei loro singoli di successo, Hash Pipe ed Island in the Sun.

Il video per Hash Pipe, diretto da Marcos Siega è caratterizzato dalla presenza di lottatori di sumo ed è candidato come Best Rock Video agli MTV Video Music Awards del 2001. Il titolo ed il ritornello incentrati sulla droga protano all’uscita di una versione censurata, rititolata Half Pipe, pubblicata per alcune radio e televisioni statunitensi. Per Island in the Sun vengono invece girati due video. Il primo, diretto da Marcos Siega, presenta un matromonio messicano, mentre il secondo, di Spike Jonze, presenta i Weezer con alcuni animali in una riserva naturale. Il video di Photograph è realizzato e montato da un amico e quinto componente non ufficiale della band, Karl Koch.

Il quarto album, Maladroit, è pubblicato il 14 maggio 2002, appena un anno dopo il precedente. Il disco presenta una versione più dura delle loro classiche sonorità influenzate dal pop, oltre ad essere caratterizzato da assoli di chitarra tipici degli anni ’80.

Dal dicembre 2003 all’autunno del 2004, i componenti dei Weezer registrano una gran quantità di materiale per il nuovo album atteso per la primavera del 2005 con il produttore Rick Rubin. Le prime registrazioni del gruppo sono pubblicate sul sito internet della bend. Le demo, soprannominate Album Five Demos (o album 4.5) dai fan, hanno molto successo, ma nessuna di queste verrà inclusa nell’album finito. Questo disco, intitolato Make Believe, è pubblicato il 10 maggio 2005.

Il primo singolo dell’album, Beverly Hills , divenne una hit negli Stati Uniti e in tutto il mondo, rimanendo nelle classifiche per svariati mesi dopo la sua pubblicazione. Il videoclip girato da Marcos Siega, aveva come protagonisti la band e pochi, scelti fan che interagiscono con Conigliette di Playboy e Hugh Hefner alla Playboy Mansion. È stata la prima canzone dei Weezer ad arrivare prima sulla classifica Billboard Modern Rock. “Beverly Hills” è stata nominata come Miglior Canzone Rock al 48° Grammy Awards, la prima nomination al Grammy per la band. Il video è stato nominato anche come Miglior Video Rock agli MTV Video Music Awards nel 2005.

Scritto da

Jvan Sica

Il nostro Jvan è un laureato in Scienze della Comunicazione con il massimo dei voti (SEG) e per non perdere allenamento ha preso un Master in Editoria Libraria e digitale ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Kistifellea .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it