Febbraio 2008 – Il Sole 24 Ore: Convergenza di vendite, spot e marketing

Le inserzioni pubblicitarie sono cliccate in media da 20 utenti su 10mila, dice Business Week: ma solo da 4 su 10mila nelle pagine dei social network come Facebook e MySpace.

Perchè?

Evidentemente, quando usano i social network, le persone sono più orientate a collegarsi con gli amici che a farsi distrarre dai messaggi commerciali.

E in effetti, i social network sono forse più il futuro della posta elettronica che il futuro dei siti commerciali: sono vissuti più come strumenti di comunicazione tra le persone che come luoghi pubblici orientati alle relazioni monetarie. Sicchè, dopo il boom di attenzione finanziaria su questi servizi, oggi assistiamo a un ripensamento.

Il fatto è che la pubblicità online è una disciplina in continua evoluzione, sempre meno distinta nel vasto insieme delle attività di marketing innovativo, da un lato, e dei servizi per le vendite in rete, dall’altro.

Per occuparsene, il pensiero ha bisogno di un supporto ideativo profondo e libero da pregiudizi.

Un libro recente che aiuta in queste attività è “Marketing non-convenzionale” di Bernard Cova, Alex Giordano e Mirko Pallera (edito da Il Sole 24 Ore).

Leggi l’articolo: Convergenza di vendite, spot e marketing

Scritto da

Gabriella Torre

Argomento “Gabriellina”.Gabriella Torre – aka Seiki – è un inquieto spirito globetrotter incarnato nella lentezza ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Seiki .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it