PETA: Mummy Pigs

PETA: Mummy Pigs

Se la protesta è una forma di manifestazione democratica, inscenarla mettendo a nudo – e non solo in senso figurato – le proprie ragioni è diventata oramai una moda.

Piuttosto redditizia per giunta.

Infatti, checché se ne dica, la nudità fa sempre scalpore e lo scalpore, si sa, fa notizia e genera passaparola…

Ma ben venga spogliarsi se è per una giusta causa.

E in questo PETA, associazione internazionale per la salvaguardia dei diritti degli animali, è maestra.

Lo conferma il forte interesse che ogni manifestazione pacifista organizzata dalla stessa riesce a suscitare, come è avvenuto a Londra in occasione della festa della mamma che nel Regno Unito si è celebrata la scorsa domenica.

Un’azione di guerrilla in pieno stile: al grido di ‘Unhappy Mother’s day for Pig. Go Vegetarian‘ Noemie, un’attivista PETA in dolce attesa, è scesa in piazza rinchiudendosi in una recinzione per richiamare l’attenzione sulle sofferenze che i suini in cattività sono costretti a subire durante il periodo di gestazione.

PETA: Mummy Pigs

PETA: Mummy Pig

La mamma è sempre la mamma…

Scritto da

Roberta Collina

Laureata in Scienze della Comunicazione e specializzata in Comunicazione di Impresa, Roberta Collina comincia a muovere i primi passi nel Web 2.0 ... continua

    Condividi questo articolo


    Segui Korura .

    Amiamo ricevere i tuoi commenti a ideas@ninjamarketing.it